Tuffo in piscina: un 33enne muore davanti al figlio COMMENTA

02 Agosto, 2016, 00:30 | Autore: Ubaldo Insinga
  • Tuffo in piscina: un 33enne muore davanti al figlio COMMENTA

L'uomo era di Lequile e si trovava in vacanza nel residence "Portoselvaggio", in località Torre Inserraglio, insieme alla sua famiglia. E così, forse anche per evitare la calca domenicale delle spiagge salentine, Manno aveva deciso di portare il figlio in piscina. Nulla lasciava presagire il dramma che di lì a poco si sarebbe consumato.

L'uomo stava facendo il bagno in una piscina, in un residence nel territorio di Nardò, quando è stato colto da un malore improvviso. E non senza sforzo è riuscito a riportarlo a bordo piscina. Ma la situazione era molto grave.

Allertato il servizio di emergenza del 118 sul posto a sirene spiegate percorrendo la litoranea è giunta un'ambulanza e il personale sanitario che hanno tentato in ogni modo di rianimare il giovane padre. Il tutto è accaduto sotto gli occhi del figlioletto che, per quanto possibile, è stato tenuto al riparo fino all'arrivo della madre, comprensibilmente sotto choc. Sul posto è sopraggiunta anche una volante della polizia di Nardò, con gli agenti che hanno raccolto alcune testimonianze e provveduto a effettuare i rilievi di rito, consegnando gli elementi al sostituto procuratore Giovanni Gagliotta, magistrato di turno ieri che ha disposto l'autopsia sul corpo del 33enne affinché venissero accertate le cause del decesso. La salma è stata già riconsegnata alla famiglia: nelle prossime ore si terranno i funerali.