Terremoto,sale il numero delle vittime:grida sotto le macerie

25 Agosto, 2016, 03:20 | Autore: Ubaldo Insinga
  • Terremoto,sale il numero delle vittime:grida sotto le macerie

Sono 38 le vittime del terremoto accertate finora, 17 si sono avute ad Amatrice, in provincia di Rieti, che risulta quindi il Comune allo stato più colpito. Situazione molto grave anche ad Accumoli dove c'è almeno una vittima, e una famiglia di quattro persone è sotto le macerie.

E intanto lo sciame sismico non accenna a dare una tregua alla popolazione, stremata dalla tragedia e dalla paura.

Nel corso del briefing organizzato al Dipartimento di protezione civile è stato spiegato che al momento ci sono oltre 700 uomini impegnati nella macchina dei soccorsi.

Una forte scossa di terremoto di magnitudo 6,0, ha colpito nella notte l'Italia centrale provocando morti e feriti.

I paesi più colpiti sono Amatrice e Accumoli (in provincia di Rieti) e Pescara del Tronto (frazione di Arquata, in provincia di Ascoli Piceno).

I danni sono ingenti e vanno dal Lazio, all'Umbria e alle Marche. Alle 3.36 la scossa più forte magnitudo 6, una seconda di potenza simile circa tre quarti d'ora dopo. L'epicentro ad Accumoli, in provincia di Rieti, nel Lazio, a 4 chilometri di profondità, metà strada tra Amatrice e l'umbra Norcia.

Ha incontrato il sindaco della cittadina Sergio Pirozzi che ha illustrato al premier i problemi che sta affrontando in quel che resta del paese. La Commissione europea si è detta pronta a garantire tutti gli aiuti di cui l'Italia avrà bisogno.

Il sisma, di magnitudo 6.0, si è avvertito nella notte da Rimini fino a Napoli. E come sempre accade in questi eventi, la Protezione Civile ha iniziato a raccogliere eventuali disponibilità a prestare opera di volontariato o fornire generi di prima necessità.

Il presidente del Consiglio italiano Matteo Renzi giunto sul posto ha detto in conferenza stampa: "Questa visita sarà la prima di una lunga serie in questo territorio per dare certezza ai tempi di ricostruzione".