Liguria e Piemonte sott'acqua: cronaca dell'ennesima devastazione legata al maltempo

25 Novembre, 2016, 09:15 | Autore: Ubaldo Insinga
  • Domani picco del maltempo atteso al Nord-Ovest elevato rischio dissesto idrogeologico sulla Liguria

Le condizioni meteo da allerta rossa.

I fiumi e i ponti sono presidiati da vigili urbani e Anas. Resta invece allerta arancione per la valle Chiusella e per la pianura e collina torinese dove non si escludono, tuttavia, possibili frane ed esondazioni.

Il fiume Tanaro scorre anche nei pressi della fabbrica della Ferrero, ad Alba, e a scopo precauzionale lo stabilimento oggi resterà chiuso. Ma quella tragedia - sottolinea evidenziando le differenze tra oggi e 22 anni fa - ci ha insegnato: "il letto del Fiume c più pulito, non ci sono più materiali e non si è verificato l'effetto diga sui ponti che, almeno perora, hanno tenuto; sono state create aree di esondazione". A Molini di Triora è uscito dagli argini il torrente Capriolo ed è stata sgomberata un'area industriale. Per paura dell'esondazione dell'Ellero evacuata una scuola a Mondovì. Inoltre si registrano un significativo innalzamento sempre dell'Argentina più a valle, a Merelli; una crescita costante del livello dell'Arroscia a Pogli, che è attualmente di un metro inferiore rispetto alla soglia di piena straordinaria, e del Centa a Molino Branca.

Anche Torino sta facendo i conti con le inondazioni, a cominciare da quella del Po che è tracimato ai Murazzi e il cui livello continua a salire, mentre si fa sempre più minacciosa la Dora Baltea che si ricongiunge al grande fiume appena fuori città.

In provincia di Cuneo è esondato il Tantaro, alcune strade sono inagibili e le scuole sono state chiuse. Ieri gli sfollati erano duecento. Il maltempo sul Nordovest continuerà: "Il momento più delicato - ha affermato il capo della Protezione civile - sarà la confluenza del Tanaro e del Bormida a valle di Alessandria, vedremo se le due piene si sommano o se arrivano sfasate".

STATO DI CALAMITA'. Il presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino sta seguendo l'evolversi dalla fortissima ondata di maltempo nella sala operativa della Protezione Civile regionale, a Torino e ha già annunciato che chiedrà al Governo lo stato di calamità.

Rischio chiusura anche per le provinciali Cavour-Villafranca e Barge-Cardè, dove i canali sono esondati.

Nella giornata di oggi il maltempo ha creato parecchi danni in Piemonte e in Liguria. Una decina di famiglie del Savonese sono state precauzionalmente trasferite. A Or- mea si è aperta una voragine nella piazza centrale che ha inghiottito un'auto c un camion. Le piogge battenti hanno provocato disagi anche nella viabilità. Ma anche la pioggia ha fatto del suo allagando l'Alto e il Medio Campidano. Lazio, Calabria, Sicilia, Campania, Basilicata e Puglia, le regioni interessate a intense precipitazioni soprattutto sulla costa. Per circa due ore il flusso non si è fermato. Pervia del 77% delle case costruite in zone a rischio se non interi quartieri (33%).

Per fortuna per il momento non si sono verificati danni alle linee telefoniche.