Mps, parte l'aumento: via alla conversione dei bond subordinati

29 Novembre, 2016, 19:58 | Autore: Nazario Acquaviva
  • Mps ecco a cosa servirà davvero l’aumento di capitale

Nel giorno in cui la compagnia triestina ha deciso, in un cda a valle del comitato investimenti, di convertire i suoi 400 milioni di obbligazioni nell'istituto che faranno diventare la compagnia, almeno nel breve periodo, primo azionista di Siena con l'8%, il titolo Montepaschi sperimenta un nuovo crollo in a Piazza Affari proprio mentre e' partita l'offerta per convertire 4 miliardi di bond in azioni.

Tuttavia, Generali considera alternativi l'impegno in Atlante 2 e la conversione in azioni dei bond subordinati Mps.

Generali converte i bond subordinati Mps che ha in portafoglio, oggetto dell'offerta volontaria dell'istituto senese.

Si sente forte e chiara anche l'incognita legata al referendum del 4 dicembre e in particolare agli scenari politici che si apriranno all'indomani del voto in caso di vittoria del No. L'eventuale contratto di garanzia, si legge nel prospetto informativo di Mps, potrà essere risolto in caso "di mutamenti nella situazione politica, finanziaria, economica o valutaria nazionale o internazionale o nei mercati finanziari, in Italia, Stati Uniti d'America, Regno Unito o Unione Europea".

Se si confrontano le diverse operazioni di cessione e acquisto si scopre che Mps ha fatto soldi con le attività di trading sui bond.

Settimana scorsa era arrivato il via libera dei soci in assemblea al maxi aumento di capitale e la conferma da parte del ministro Pier Carlo Padoan sulla partecipazione del Tesoro all'aumento necessario a coprire lo scorporo di 27 miliardi di sofferenze.