Londra, dopo l'attacco passanti in fuga, torna il terrore

04 Giugno, 2017, 16:43 | Autore: Ubaldo Insinga

Lo riferisce la Met Police su Twitter.

La Primo Ministro Theresa May non può fare altro che tenersi in costante contatto con le forze dell'ordine. La Gran Bretagna è stata colpita tre volte in tre mesi e l'intelligence ha sventato altri cinque attacchi.

Torna a colpire il terrorismo e torna a colpire nuovamente a Londra, dove nonostante il maggiore sforzo profuso per la sicurezza si fatica a combattere una guerra che di tradizionale non ha nulla (ma sempre di una guerra stiamo parlando), pronta a colpire ovunque e in qualunque modo.

IL SINDACO DI LONDRA - L'attacco è avvenuto pochi giorni prima delle elezioni legislative nel Regno Unito che si terranno il prossimo giovedi.

Sono stati anche avvertiti dei colpi di arma da fuoco, che però sarebbero stati esplosi dagli agenti di polizia.

Secondo il London Ambulance Service, sono almeno 48 le persone ricoverate dopo l'attacco. Solidarietà al Governo britannico e impegno comune contro il terrorismo. Il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, ha dal canto suo twittato: "Siamo in lutto in solidarietà con le vittime dell'odioso attacco a #Londonbridge e con le loro famiglie. I miei pensieri sono con le vittime e le loro famiglie", ha scritto il presidente francese Emmanuel Macron, in un tweet sugli attacchi di Londra. Il DFAE ha peraltro indicato di non avere informazioni concernenti eventuali vittime svizzere.

Dopo l'attacco a Londra arrivano alla May le condoglinze dei capi di Stato e di Governo.

Intanto da Manchester arriva l'annuncio della polizia che il concerto di Ariana Grande in memoria delle vittime in programma questa sera allo stadio Old Trafford di cricket è confermato. L'attentato è costato la vita a 7 persone e altre 48 sono rimaste ferite. "Ogni persona sarà sottoposta a controlli, se potete non portate borse così da rendere più rapide le verifiche", è l'appello della polizia di Manchester.