Prima prova maturità 2017: qual è la traccia più scelta?

22 Giugno, 2017, 03:38 | Autore: Ubaldo Insinga
  • Una prova di maturit

Per lo svolgimento dei temi di italiano per la prima prova della Maturità 2017 vi aggiorneremo in tempo reale con tutte le informazioni con le indicazioni, consigli, informazioni e dritte per poter raggiungere lo scopo nel modo migliore possibile. Quest'anno gli ammessi all'esame, secondo le prime rilevazioni del Miur sono il 96,3%; la Sardegna è la regione che fa registrare il tasso più basso, 94%, mentre la Basilicata con il 98,5% è quella che sforna la più alta percentuale. Grimaldi, infatti, "la scuola dà solo strumenti, non può essere esaustiva nella trattazione di tutti gli autori e di tutti i generi". La modalità di esecuzione per i ragazzi è sempre la solita: analisi del testo, redazione di un articolo di giornale/saggio breve, tema di argomento storico, tema di ordine generale.

Saggio breve: "La natura tra minaccia e idillio" è il tema dell'elaborato in ambito artistico e letterario. La tecnica sarà pure importante, ma la poesia va più sentita che decodificata. Al momento della stesura, ci dice la prof, "lo studente dovrà citare le fonti in maniera impersonale, menzionando l'autore tra parentesi, ma comunque inserendole in un contesto organico e discusso".

Se anche per voi vale la stessa sensazione, noi di GingerGeneration.it possiamo venirvi in aiuto con un semplice vademecum, sperimentato e di sicuro successo. Abbiate perciò ben chiara la rivista o il giornale a cui vorreste indirizzare il vostro scritto: nel caso in cui proprio non ne abbiate idea, per non sbagliare fate riferimento al giornalino scolastico. Anche l'ex premier ha sottolineato l'impegno della prova, twittando un "grande in bocca al lupo ai ragazzi che da oggi sono impegnati con la maturità 2017". Ma andando indietro nel tempo e ripercorrendo tutti i temi storici esce una fotografia dell'Italia davvero inedita e inusuale.

Se un altro valore ha, l'esame di un'epoca incerta, ha pure quello di chiudere per sempre una fase nella vita dei ragazzi: quella della crescita accanto alla giuda di un maestro e anche talvolta di un confidente.

Ci siamo incontrati in prima superiore, qualcuno già alle medie o addirittura elementari, e guardandoci forse non ci rendiamo conto del salto che abbiamo compiuto.