Studenti sardi alla maturità, oggi la prova di italiano

22 Giugno, 2017, 07:53 | Autore: Ubaldo Insinga
  • Maturità, prima prova: ecco le tracce d'esame per 500 mila studenti

Pochi, forse nessuno, si sarebbe potuto immaginare che per la prima prova venisse scelto proprio Caproni. La grande "sorpresa" di Giorgio Coproni per l'analisi del testo ha "spiazzato" ma non impaurito.

Saggio breve è stata la scelta anche di Francesca Donato e Loredana Coco del liceo pedagogico: "Abbiamo fatto entrambe quello artistico letterario, la natura tra minaccia e idillio nell'arte".

I maturandi del 2017 hanno salito il primo gradino che li porterà poi verso l'università o il mondo del lavoro.

Ambito storico-politico Disastri e ricostruzione (Materiali a disposizione: Testi di Giorgio Boatti, Alvar Gonzales Palacios e del Principe di Machiavelli). Immagini di quadri di William Turner e Giuseppe Pellizza da Volpedo e versi di Pascoli nei documenti allegati. 505.686 i candidati iscritti all'esame (489.168 interni e 16.518 esterni).

Ovviamente non è dato sapere nulla riguardo il contenuto delle tracce, ma la ministra ha confermato che i temi sono interessanti e coerenti con il percorso svolto dagli studenti.

Intervistati nelle ore successive alla prova d'italiano, gli studenti del Liceo Scientifico "A. Avogadro" e del Liceo Classico "G".

E ancora, per la traccia C, ovvero il tema storico, il Miur ha proposto "Il miracolo economico nei decenni '50 e '60" partendo dalle considerazioni di Piero Bevilacqua ("Lezioni sull'Italia repubblicana") e di Paul Ginsborg ("Storia d'Italia dal dopoguerra a oggi"). Dopo un passo di un articolo del genetista Edoardo Boncinelli, sono state proposte ai ragazzi delle "linee orientative" e degli spunti di riflessione per sviluppare il testo. La Sardegna è la regione con la percentuale più bassa di ammissioni, intorno al 94% un po più bassa della media nazionale che viaggia sul 96%. Si' impegno, dunque, e #NoPanic!, esorta il Miur.

"Speriamo, con questa iniziativa, di aver accompagnato i mesi che hanno preceduto la Maturità facendo sentire loro il Ministero come un'istituzione un po' più vicina" ha affermato la ministra Fedeli riferendosi alla campagna #NoPanic. Al risveglio però l'ansia che sale, subito superata dalla voglia di scrivere e di finire la prima prova, quella di italiano comune a tutti gli indirizzi.

Ultimo anno per la terza prova, il 'quizzone', che dal 2018 non dovrà più essere sostenuta dagli studenti italiani in sede di maturità, ma verrà sostituita dalla prova Invalsi da superare entro l'anno scolastico.