Agente penitenziario uccide moglie e poi si suicida

28 Giugno, 2017, 16:39 | Autore: Ubaldo Insinga
  • Montalto Uffugo (CS) – Agente penitenziario uccide la moglie e si suicida

Dalle indagini è stato appurato inoltre che quando la figlia diciottenne della coppia ha sentito gli spari e si è precipitata in bagno, la madre era stata appena u****a ed il padre era in piedi accanto al box doccia con la pistola in mano.

Petrasso ha chiesto alla figlia di andare nella sua stanza, invito che la ragazza, in stato di choc, ha accolto.

Un uomo di 53 anni ha ucciso la moglie 48enne a colpi di pistola poi ha rivolto l'arma contro se stesso ed ha premuto il grilletto. La coppia avrebbe avuto anche un'altra figlia, che però non vive in Calabria. Il fatto e' avvenuto a Montalto Uffugo, nella frazione di Sant'Antonello. Poco dopo, si é puntato la pistola d'ordinanza alla tempia ed ha fatto fuoco. La giovane ha visto i corpi senza vita dei genitori riversi sul pavimento e ha chiamato i carabinieri.

Sul posto sono intervenuti i Carabinieri di Montalto Uffugo e quelli di Rende, nonché un'ambulanza e l'elisoccorso.

Non si conosce, attualmente, il motivo per cui l'agente penitenziario Petrasso abbia deciso di uccidere la moglie e suicidarsi. Presenti anche i sanitari del 118 che hanno tentato di rianimare l'uomo e il pm di turno, Bruno Tridico.