Casa » Sport

YOUTUBE Tour de France: Chris Froome spinge Fabio Aru durante il sorpasso

14 Luglio, 2017, 13:45 | Autore: Ave Pintor
  • Uran

Aru e gli altri top rider Sidi ci proveranno fino alla fine ma staccare e battere Chris Froome non è cosa semplice.

A crollare è stato Contador che sulle rampe asfissianti del Mont du Chat è svanito, svuotato di forza fino alla rassegnazione. Un Tour insomma che nei prossimi giorni diventerà sempre più avvincente. Paura anche nella discesa del Col de la Biche per lo scivolone di Thomas. Momenti di paura con Porte che restava a lungo inanimato prima di essere soccorso con l'autoambulanza. Il podio di Parigi per Fabio Aru, campione d'Italia in carica e portacolori di un Paese in cui i successi scarseggiano anche nel ciclismo, sembra una possibilità meno astratta, anche per le concomitanti defezioni di numerosi big. Quando ha saputo del problemi della Maglia Gialla, però, anche Aru si è rialzato per aspettare Froome. Ai più l'azione di Aru è sembrata un calcio al sedere del fair-play.

Inevitabile che si parli di quello che Simon Yates ha definito "mossa sporca" e della presunta replica di Froome, con la "spallata": "Vorrei chiarire una cosa: è stato un gesto involontario", dice Fabio, "Froome mi ha chiesto scusa. Voglio ringraziare Richie e il resto del gruppo per non aver approfittato di quella situazione" ha continuato Froome. 6 anche a Quintana. Erano sei ascese e altrettante planate, dodici chilometri finali buoni per annullare la fuga di Warren Barguil e l'azzardo di Romain Bardet, per lanciare la volata, per far illudere lo stesso Barguil di avervcela fatta, nonostante l'avanguardia mancata, per dare ancor più sorriso a Ciccio Uran. Ma nessuno collabora col sardo dell'Astana e allora tutti rientrano, Froome compreso.

Ma veniva raggiunto dal drappello dei migliori che aveva perso Martin coinvolto nell'incidente di Porte.

Il Tour atterra sul pianeta Uran.

"Froome, terzo, incamera 4" di abbuono. "Quinto Fuglsang a 1'15" alle spalle di Uran a 55". La tattica con Fulgsang sul finale non è eccellente, ma non perde nulla ed è vicinissimo alla maglia gialla in classifica generale. Domani il primo giorno di riposo del Tour. Alcuni sono finiti a terra e poi in ospedale, come Valverde, Porte, Thomas (per non parlare di Sagan, squalificato, o di Cavendish, finito sulle transenne); altri, come Quintana e Contador, non ce l'hanno fatta a reggere il ritmo di una corsa finora forsennata, in pianura, in discesa e in salita.