Casa » Sport

Tour: Barguil trionfa nella 13ma tappa, Aru resta in giallo

16 Luglio, 2017, 03:54 | Autore: Ave Pintor
  • Tour: Barguil trionfa nella 13ma tappa, Aru resta in giallo

Ci si avvia verso la volata. Poi è arrivato il gruppo frazionato dalla lunga discesa e dai rondò che hanno spezzato il plotone. I Marginal Gains che ritornano sotto a bomba: guai a darli per sepolti.

Potete vedere il Tour de France 2017 attraverso la grande copertura televisiva di Rai ed Eurosport.

Contador, ieri tornato protagonista anche al Tour - e adesso gregario (almeno in teoria) di Froome, cui la presenza del compagno al quinto posto fa comodo. Davanti sono stati i grandi nomi delle classiche a sfidarsi. "Siamo 4 ciclisti in mneo di 40". È probabile che, all'interno del Team Sky, qualche equilibrio si sia rotto: la fuga di Mikel Landa e gli attacchi da dietro di Chris Froome lasciano presagire qualche problema interno. Il Tour non si deciderà oggi ma siamo certi che vedremo qualcosa di interessante anche in questa frazione.

LA TAPPA - Prima parte di gara completamente pianeggiante, ci si aspettava gran battaglia e invece la fuga è andata via al primo attacco.

Nel giorno della presa della Bastiglia (14 luglio 1789) - festa nazionale francese - Fabio Aru deve difendere la maglia gialla appena conquistata, in una tappa del Tour, la tredicesima, cortissima ma molto selettiva.

Il belga macina bene per diversi chilometri, ma esaurisce le energie sul non accreditato strappo di Bonnecombe, venendo ripreso a 12 km dall'arrivo.

Sono scattati allora Lammertink, Perichon, Damiano Caruso e Arndt, questi ultimi due però solo con il ruolo di stopper, perché compagni di squadra rispettivamente di Van Avermaet e Matthews. Si fissa un obiettivo e fino a quando non lo raggiunge non si dà pace. A quel punto è troppo tardi per Aru, che in parte imbottigliato e in parte in difficoltà perde le ruote dei primi. "Buco dalla decima posizione di Tiesj Benoot, a 5", nel quale cadono Bardet e Simon Yates: distacchi più alti per Landa (15"), Quintana, Contador, Bennett (22"), Meintjes e Aru (25"), con l'ex-maglia gialla che chiude in 30esima posizione.