San Benedetto, ragazza precipita da una giostra del Luna Park e muore

17 Luglio, 2017, 12:21 | Autore: Menodora Allio
  • Inutili i tentativi di rianimare la 27enne

Drammatica serata a San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno). In segno di lutto il luna park resterà chiuso. La donna ha cercato di restare agganciata all'imbracatura imbottita, ma quando la capsula ha ruotato di 360 gradi non ce l'ha più fatta a tenersi ed è scivolata verso il basso, senza che il secondo presidio di sicurezza, la cintura, riuscisse a trattenerla. Purtroppo la 27enne è caduta da 20 metri, sotto gli occhi dei tanti avventori in fila.

Quest'oggi i media locali hanno intervistato la zia di Francesca, Antonella, la quale ha raccontato il suo dolore per la scomparsa della nipote. Sul posto sono arrivati immediatamente i soccorritori ma non hanno potuto fare molto. I sanitari hanno dichiarato che il decesso è stato dovuto proprio alle gravi lesioni riportate nella caduta. Sul posto Polizia, Carabinieri, Municipale e Vigili del Fuoco.

Un altro luna park killer in Italia.

La giovane mamma, Francesca, secondo alcune testimonianze sarebbe stata in compagnia di un'amica. Tra le prime ipotesi un malfunzionamento meccanico dei dispositivi di sicurezza. Lo dovranno scoprire le forze dell'ordine e i periti. La struttura è stata posta sotto sequestro.

San Benedetto del Tronto (Ascoli), 17 luglio 2017 - "Sto volando, sto volando", le ultime parole di Francesca Galazzi, la 27enne morta precipitando da un'attrazione del Luna Park. Diversi sono stati i messaggi di cordoglio postati tramite Facebook. La ragazza, F. G., ha 27 anni ed è una giovane mamma di San Benedetto. Le attrazioni permettono di divertirsi per un po' dimenticando tutti i problemi.

Si tratta di una 'capsula gravitazionale' dove possono entrare due persone. Il rischio incidenti, anche mortali, è elevato se i dispositivi di sicurezza sono guasti.