Vaccini obbligatori, approvata la legge: scatta il conto alla rovescia

30 Luglio, 2017, 14:18 | Autore: Rufina Vignone
  • Vaccini decreto alla Camera con proteste freevax a Roma e Milano

A perfezionare il via libera al Dl che dopo 18 anni reintroduce l'obbligo vaccinale per l'accesso a nidi, materne e scuole dell'obbligo, fino a 16 anni, la votazione finale della Camera sul disegno di legge di conversione del Dl 73, dopo il sì in notturna alla fiducia posta dal Governo: il decreto legge con le misure urgenti in materia di prevenzione vaccinale ha registrato 296 voti favorevoli e 92 contrari (Lega e N5S).

Il provvedimento, già licenziato dal Senato, è quindi legge. Contro il decreto si sono espressi solo il Movimento Cinque Stelle e la Lega. Astenuti i deputati di Si e Fdi.

Si rafforza, infine, la farmacovigilanza per poter rilevare gli eventi avversi legati ai vaccini, e i danni della mancata vaccinazione.

I genitori che intendono iscrivere i propri figli alla scuola dell'obbligo dovranno presentare la documentazione o l'autocertificazione per avvenuta vaccinazione entro il 31 ottobre 2017.

Tutte le vaccinazioni obbligatorie sono gratuite, anche quando è necessario "recuperare" somministrazioni che non sono state effettuate in tempo.

Tre deputati del Pd sono stati aggrediti e insultati da alcuni dei manifestanti no-vax che stazionano davanti a Montecitorio da stamani per protestare contro il decreto sui vaccini obbligatori.

Ecco i punti chiave del provvedimento. Ma sappia che non potrà mandare i bambini a scuola o al nido senza che i piccoli abbiano ricevuto i 10 sieri obbligatori.

Per i dieci vaccini obbligatori non saranno necessarie dieci punture, ma ne basteranno due: sei vaccini potranno essere somministrati insieme, con l'esavalente (anti-poliomielite, anti-difterite, anti-tetano, anti-epatite B, anti-pertosse, anti-Haemophilus Influenzae tipo b), e altri quattro potranno essere somministrati con il quadrivalente (anti-morbillo, anti-rosolia, anti-parotite, anti-varicella). Per consentire che queste formulazioni siano effettivamente disponibili sul mercato, esse andranno inserite nelle procedure centralizzate di acquisto dei vaccini obbligatori, purché "nei limiti delle disponibilità del Servizio sanitario nazionale". Altre 4 vaccinazioni sono invece obbligatorie "sino a diversa successiva valutazione" dopo una verifica triennale e dunque fino al 2020.

Passiamo, ora, ai genitori, che possono anche autocertificare l'avvenuta vaccinazione del figlio e portare più avanti la copia del libretto sanitario. È invece venuto meno ogni riferimento a eventuali segnalazioni delle Asl ai Tribunali per i minori. In tal caso, il dirigente scolastico segnala, entro 10 giorni, alla Azienda sanitaria competente il nominativo del bambino affinchè si adempia all'obbligo vaccinale. In questo caso, la vaccinazione può essere posticipata. Chi è in attesa di vaccinare il bambino può comunque iscriverlo, presentando copia della prenotazione dell'appuntamento presso la azienda sanitaria locale. "Intanto invitiamo le case farmaceutiche, che oggi festeggiano per i lauti guadagni loro assicurati, a brevettare il primo vaccino 'anti-politici', per proteggere la popolazione dai soprusi, dagli errori e dalle follie di Governo e Parlamento" conclude l'associazione.