Basket, l'Italia riparte da Meo Sacchetti: "Un sogno che si realizza"

06 Agosto, 2017, 11:48 | Autore: Menodora Allio
  • Italbasket, Sacchetti svela il primo convocato

"Essere diventato l'allenatore della Nazionale, dopo esserne stato giocatore, e' qualcosa di diverso". Prenderà il posto del Ct Ettore Messina al termine dell'impegno con l'Europeo ma è in Sardegna per conoscere il gruppo. Così si è presentato Meo Sacchetti, nuovo commissario tecnico della nazionale di basket, nella conferenza stampa di Cagliari. "Mi sono innamorato di Sacchetti per la sua normalità, mi piacciano gli allenatori normali, lo ha dimostrato lui con un percorso prima come grande giocatore e poi come grande allenatore". Con l' Italia, ha vinto l'oro agli Europei in Francia (1983) e l'Argento alle Olimpiadi di Mosca (1980) (oltre al bronzo egli Europei di Germania nel 1985 ed all'argento ai Giochi del Mediterraneo nel 1983). "La vita molto presto mi ha detto arrangiati", dice Meo Sacchetti nella sua autobiografia scritta dal giornalista sardo Nando Mura, nelle cui pagine emerge tutta la carica umana di un grande e amatissimo personaggio dello sport italiano, personaggio semplice, diretto, schietto e simpatico. "Ho imparato tanto da lui, sia del gioco sia della vita". "E' un sogno che si realizza ma e' anche il raggiungimento di un obiettivo professionale, del top della carriera". "Non sono uno che sa mascherare i propri sentimenti. Poi la famiglia Mele, che mi ha portato in questa splendida regione; ed infine Stefano Sardera, che ha contribuito ai successi che ho ottenuto negli ultimi anni". "Dove è andato ha vinto, in silenzio, senza recitare". E non soltanto i giocatori professionisti, ma anche chi ho allenato fin dai dilettanti. Sono legatissimo a questo ragazzo, che non ha ancora raggiunto il pieno equilibrio, e per questo motivo mi sento di fargli un grosso in bocca al lupo: forza Daniel!

"Non voglio parlare di chi convocherò e chi no, ma voglio assolutamente citare Donzelli, che ha avuto tanti problemi e che secondo me merita un palcoscenico del genere".