Allerta meteo: breccia nell'ondata di caldo, previsto qualche temporale

09 Agosto, 2017, 11:39 | Autore: Nazario Acquaviva
  • Caldo afa e clima torrido almeno fino a luned

Nel pomeriggio sviluppo di temporali isolati anche nelle zone interne del Centro.

Il caldo africano sarà spazzato via venerdì: il fronte freddo atlantico attraverserà velocemente la Penisola con locali temporali anche di forte intensità in estensione al Centro Sud associati ad un rinforzo dei venti dai quadranti settentrionali e un brusco calo delle temperature fino a 8/12 gradi. Qualche isolato temporale non si esclude anche lungo la dorsale tosco-emiliana e umbro-marchigiana. Oggi si replica, ma il caldo sarà forse reso più sopportabile dal pensiero che sta per finire. Sabato il fronte freddo avrà raggiunto anche l'estremo Sud. Sul resto della regione a tratti soleggiato con scarsa probabilità di rovesci. Non è escluso di qualche davver sporadico temporale nelle zone più interne della Sardegna, dove continuerà a fare caldissimo.

TEMPERATURE - Al Nord tornano in media col periodo, ancora molto calde con valori tra 35 e 41° al Centro-Sud. Ci sarà un generale calo delle temperature che arriverà a 12 gradi in meno.

Giovedì, l'aria più fresca oceanica tenderà a sfondare verso la Toscana la Sardegna, l'Umbria, le Marche, con la conseguente diminuzione della temperatura, ma allo stesso tempo con la possibilità di temporali.

Di certo la sensazione di fresco sarà percepibile, e non poco considerato che per alcune località l'eccezionale ondata di calura si smorzerà dopo quasi due settimane.

Dal pomeriggio fenomeni attesi anche sull'Emilia Romagna, specie nella parte orientale e sull'Appennino emiliano.

Sabato, le ultime elaborazioni prospettano un nuovo aumento della temperatura a partire dai settori occidentali.

Al momento non ci sono previsioni meteo che prospettino il termine della siccità.

Insomma, abbiamo visto un'evoluzione meteorologica che sarà caratterizzata da un cambiamento del tempo, ma non sarà affatto riconducibile a quella che è chiamata rottura dell'estate.