Appiccava incendi per spegnerli come in una serie tv

11 Agosto, 2017, 11:16 | Autore: Menodora Allio
  • Keystone

Appiccava l'incendio e correva al comando dei vigili del fuoco, dove prestava servizio volontario, per essere il primo a intervenire. E' stato quindi indagato anche per il reato di truffa aggravata. L'episodio arriva a pochi giorni dalla notizia dei 15 pompieri volontari di Ragusa accusati di appiccare incendi per percepire l'indennità oraria. Un volontario dei pompieri di 28 anni è stato filmato da una telecamera installata dai carabinieri di Pavia, sospettosi dopo lo scoppio di alcuni strani incendi dolosi appiccati a pochi metri l'uno dall'altro. Esattamente nei comuni di Robbio, Palestro, Rosasco e Confienza, roghi che danneggiavano sterpaglie e cassonetti dei rifiuti. Proprio questa opportunità, in particolare il "brivido" di poter giungere sul posto con le sirene "spiegate" è risultata la ragione del gesto.

A incastrare l'uomo, che si è dimesso dal suo incarico, i filmati girati per trovare il colpevole di una serie di incendi definiti "inspiegabili". Stanco di questo e sempre più desideroso di poter emulare i suoi idoli televisivi, protagonisti di una recente serie americana in cui sono "raccontati" gli interventi di una squadra di vigili del fuoco in una metropoli, aveva pensato di "creare" l'occasione adrenalinica, appiccando dei piccoli incendi nelle vicinanze della propria abitazione e del distaccamento che raggiungeva per poter dar l'allarme. Il volontario ha infatti confessato ai carabinieri di aver agito perché trovava "noioso" il suo incarico, in quanto in Lomellina - una zona di pianura coltivata a riso e quasi priva di boschi - capitava raramente di dover intervenire.