Maltempo: trombe d'aria e nubifragi al Nord, tre feriti e un disperso

11 Agosto, 2017, 09:20 | Autore: Menodora Allio
  • Maltempo, pioggia e vento violento nelle località di mare: tromba d'aria ad Albarella 

Una cinquantina di persone sono ricorse alle cure dei Pronto soccorso degli ospedali della riviera veneziana in seguito al passaggio della tromba d'aria che ha colpito con violenza le zone di Cavallino-Treporti, Caorle, Jesolo e Bibione.

Vento e grandine su tutto il Nord, tre feriti e un disperso in Veneto, case scoperchiate e alberi volati via.

TREVISO E' stata portata in elisoccorso al Ca' Foncello di Treviso una turista tedesca di 42 anni che, nel pomeriggio di giovedì 10 agosto, si trovava nel camping Village Mediterraneo a Cavallino-Treporti. I danni più ingenti si sono verificati nei campeggi di Cavallino, dove auto e roulotte sono state sfondate dalle piante divelte. Danni anche in tutta la Bassa friulana e a Pordenone. Decine le segnalazioni arrivate ai vigili del fuoco. All'interno del polo ospedaliero sono caduti sei alberi e sono state travolte due auto. In provincia la zona più colpita è il Valdarno dove i tetti di alcune abitazioni hanno riportato seri danni. Paura poi per un fulmine che è caduto in campo San Zulian, dietro la basilica di San Marco. A causa del temporale l'Opera di Santa Maria del Fiore ha chiuso, per motivi di sicurezza, l'accesso alla Cupola del Brunelleschi e al Campanile di Giotto per una trentina di minuti: le persone che si trovavano sui monumenti sono state fatte scendere e messe al riparo dentro la Cattedrale. "Stiamo dando una mano a risolvere l'emergenza e, appena contabilizzati i danni, insieme al Presidente della Regione Veneto Luca Zaia, chiederemo lo stato di calamità naturale". Al sud si registra un deciso rinforzo dei venti. Come annunciato dalle previsioni meteo, sul Nord hanno iniziato ad abbattersi violenti temporali e trombe d'aria causando feriti e danni. Le forti raffiche di vento hanno sradicato un'edicola. La tromba d'aria che ha colpito la zona ha abbattuto linee telefoniche, divelto pali elettrici, spostato e fatto volare alberi e automobili.

A causa del maltempo la circolazione ferroviaria è interrotta dalle 16.20 di oggi tra le stazioni di S.Stino di Livenza e Portogruaro sulla linea Venezia/Trieste. Si tratterebbe di un uomo che alcuni testimoni avrebbero visto camminare sul molo e sparire all' improvviso, inghiottito da una ondata.

La situazione è risultata particolarmente difficile nel veneziano, in particolare nelle aree balneari fra Jesolo e Punta Sabbioni, dove i vigili del fuoco sono intervenuti per la caduta di alberi sulla sede stradale e lo sradicamento di alcune tende nei campeggi. Lo riferisce Trenitalia. Alcuni treni diretti verso il capoluogo giuliano stanno accumulando ritardi che arrivano a 30 minuti.