Buoni pasto: approvate le nuove regole

12 Agosto, 2017, 16:50 | Autore: Nazario Acquaviva
  • Buoni pasto, “fino a otto in una volta si possono utilizzare per pagare la spesa. Anche nei farmer's market”

Buoni pasto cumulabili, solo fino a otto, e utilizzabili anche negli agriturismi, ma sempre e solo per mangiare. I ticket o tessere elettroniche potranno essere spesi anche otto alla volta, alla cassa di un supermercato, in un bar o persino in un agriturismo. Lo prevede un decreto del ministero dello Sviluppo economico, pubblicato in gazzetta ieri che entrerà in vigore dal 9 settembre prossimo (in effetti l'11 perché il 9 è un sabato). La diffusione dei buoni.

Pur essendo un provvedimento di esecuzione e attuazione del Codice dei contratti pubblici in realtà ha una portata piuttosto ampia, tanto è vero che individua "gli esercizi presso i quali può essere erogato il servizio sostitutivo di mensa reso a mezzo dei buoni pasto, le caratteristiche dei buoni pasto e il contenuto degli accordi stipulati tra le società di emissione di buoni pasto e i titolari degli esercizi convenzionabili".

[1] Mise, decr. n. 122 del 7.06.2017. Il primo punto ad essere precisato è dove poter usare i buoni pasto.

A tal proposito, i ticket devono essere corrisposti alla totalità o a gruppi omogenei di lavoratori; i beneficiari possono essere dipendenti sia a tempo pieno che parziale e anche collaboratori; come base di calcolo, infine, i ticket agevolati vanno commisurati al numero di giorni in cui il lavoratore effettua la propria prestazione lavorativa.

Inoltre - e questa è una delle novità più importanti della normativa - i buoni pasto possono essere utilizzati per l'acquisto presso gli esercenti autorizzati alla "vendita al dettaglio e la vendita per il consumo sul posto dei prodotti provenienti dai propri fondi effettuata dagli imprenditori agricoli" e presso gli agriturismi, gli ittiturismi e negli spacci industriali.

Fino a otto buoni pasto cumulabili per volta, fermo il divieto di cessione o di utilizzo nelle giornate non lavorative.