Omicidio di Vincenzo. Arrestato il complice di Ciro Guarente

12 Agosto, 2017, 03:12 | Autore: Menodora Allio
  • Omicidio Aversa arrestato napoletano per concorso in omicidio

Il ragazzo di 25 anni è stato ucciso per gelosia e poi fatto a pezzi ad Aversa dall'ex marinaio Ciro Guarente. Oggi il gip presso il tribunale di Napoli nord ha emesso un'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di D. Le indagini, eseguite dai carabinieri di Aversa, diretti dal maggiore Antonio Forte e dal tenente Flavio Annunziata, configurano i reati di detenzione, porto e cessione abusiva di armi. L'uomo e' accusato di aver fornito a Guarente la pistola usata per uccidere Ruggiero; l'arrestato vive a Ponticelli, quartiere alla periferia est di Napoli dove vivono i parenti di Guarente e dove sono stati rinvenuti, in un garage, sepolti sotto il cemento e circondati dai rifiuti, i resti della vittima. A incastrare il 51 enne sono state, secondo quanto riferiscono i vertici dell'Arma, numerose intercettazioni telefoniche che dimostravano i contatti, ripetuti e ad un'ora insolita, con Guarente proprio nell'arco di tempo nel quale l'omicida dovrebbe aver ammazzato il giovane Vincenzo. Dopo il delitto, avvenuto il 7 luglio, Guarente ha riportato l'arma, una calibro 7,65 clandestina, a De Turris, che l'ha fatta sparire.

9 su 10 da parte di 34 recensori Omicidio di Vincenzo Ruggiero.