Ubriaco al telefono, tampona e uccide un uomo a Milano: arrestato

12 Agosto, 2017, 21:34 | Autore: Menodora Allio
  • Tampona e uccide un 31enne: era ubriaco e al telefono, andrà in carcere

In più la patente era già stata ritirata per guida in stato di ebbrezza e gli era stata restituita da poco tempo.

Quando è avvenuto l'incidente, alle 8:45 del mattino, stava guidando ubriaco con un tasso di 1,5 grammi/litro (tre volte oltre il limite consentito che è di 0,5) e si è distratto guardando il cellulare. L'impatto è stato violentissimo: la Mini è stata scaraventata a una cinquantina di metri di distanza, con la parte posteriore distrutta e irriconoscibile. Ieri poco prima delle nove, sotto i fumi dell'alcool e distratto dal cellulare mentre guidava un van da nove posti, si è schiantato contro una Mini d'epoca ferma al semaforo rosso, uccidendo il giovane avvocato che era alla guida e che era in attesa che scattasse il verde. La vittima è morta sul colpo.

Il pm di Milano Sara Arduini ha chiesto la convalida dell'arresto e la custodia cautelare in carcere per un uomo peruviano di 34 anni che ieri, in zona Vigentino, ha tamponato a velocità sostenuta una Mini Cooper d'epoca ferma a un semaforo rosso uccidendo un avvocato di 31 anni.

Luca Andrea Latella, laurea in Bocconi, legale all'Eni, è morto per le gravi ferite riportate nell'urto.

Il conducente peruviano è risultato essere positivo all'alcol test ed è stato prima trasportato al Niguarda per le medicazioni alle ferite riportate, poi trasferito al carcere di San Vittore dove ha passato la notte.