Casa » Sport

Allegri: "Bonucci? Sarebbe diventato capitano, non è colpa mia"

13 Agosto, 2017, 05:12 | Autore: Ave Pintor
  • LaPresse  Fabio Ferrari

"Il valore della squadra non si perde in una settimana, valori ben delineati di giocatori e squadra, momenti di difficoltà ce ne saranno e li affronteremo". Dire ad agosto che la Juve è la più forte è come ululare alla luna. Se hai giocatori forti, devi essere bravo a non fare danni. "Ora dobbiamo usarla per affrontare questa stagione". Allegri e la panchina.

Ci siamo, il grande calcio europeo sta per tornare. Spesso siamo partiti con un sistema e poi abbiamo cambiato in un altro. Ad essere sincero ero. insolente diciamo. La nostra forza è il rispetto per l'avversario. "Scelsi di andare a Coverciano e prendere la licenza in 15 giorni". Per Allegri sarà una gara difficile, contro una squadra organizzata: "Sono quadrati e con giocatori di qualità". E' stata una sequenza tecnica magnifica: nella mia testa è un gol che non si può ripetere. So che potremo giocare la prima della Scala (paragone con la finale di Champions League ndr) ancora una volta.

Tutti sognavano il Triplete, ma il Real Madrid ha mandato in frantumi i sogni di gloria della Juve. "Lui ha deciso di giocare nel Milan, al suo posto giocherà qualcuno che ha caratteristiche diverse". "Hanno giocato rilassati in piena consapevolezza". Dispiace solo che pochi abbiano apprezzato le due finali raggiunte in tre anni. Ma penso anche che realmente un talento come lui, un giocatore con quel tipo di carattere, con quel tipo di voglia di migliorarsi e di vincere, possa rappresentare degnamente questo numero. Condizione, gioco di squadra. "E' stato tutto molto semplice". Valigia in mano, i due sono stati nuovamente paparazzati all'aeroporto di Fiumicino. Gli esoneri sono parte del lavoro, ma nulla ti può togliere il fatto di aver fallito. Su campioni come Tevez, Ibrahimovic e Inzaghi: "Carlos era un leader silenzioso, ma quando parlava, le sue parole dentro lo spogliatoio erano sempre pesanti". Al di là dell'avversario - evidenzia il capitano della Juventus -, che magari con noi ultimamente ha fatto fatica perché lo abbiamo sempre rispettato e temuto, spero che la striscia positiva continui, vogliamo riempire di trofei la nostra bacheca.

E se ci fosse ancora l'Avvocato, probabilmente, lo avrebbe paragonato a Michelangelo: essenziale e geniale nei singoli tratti ma desideroso che l'opera sia valutata nel suo insieme, al di là della meraviglia estetica dei vari personaggi. Tre ballottaggi ancora aperti che il mister livornese avrà tempo e modo di sciogliere in poco più di 24 ore.

Sulle voci di un presunto litigio all'intervallo della finale con il Real, Allegri ha dichiarato: "Non è successo assolutamente niente e mi sono divertito un sacco quando, quest'estate, sono uscite tante voci fantasiose. Ovviamente non è stato questo il caso".

"Penso che in questa squadra nessuno più di lui potesse ricevere questa gratificazione da parte della società: il passo per questo tipo di proposta è partito dalla società nei suoi confronti".