Trentino, abbattuta l'orsa KJ2: a luglio aveva ferito un uomo

13 Agosto, 2017, 19:35 | Autore: Menodora Allio
  • La Lav diffida la Provincia:

L'orsa a luglio aveva aggredito un idraulico in vacanza in Trentino.

L'orsa KJ2 ritenuta pericolosa e' stata abbattuta dagli agenti del Corpo forestale della Provincia autonoma di Trento in ottemperanza dell'ordinanza emessa dal presidente della Provincia per garantire la sicurezza delle persone. Il Trentino, infatti, cercava ufficialmente l'orsa che il 22 luglio scorso aveva ferito un uomo che passeggiava con il suo cane in un bosco in zona laghi di Lamar.

A parere dei Verdi del Trentino si è trattato di una scelta sbagliata, che sta già provocando sia a livello locale sia a livello nazionale - con amplissima risonanza nei mezzi di informazione - una forte reazione di critica e di protesta. "Sgomenti" per l'uccisione dell'animale, scrive l'Oipa, organizzazione internazionale protezione animali. "Nonostante gli appelli, gli avvertimenti, gli ammonimenti, i ricorsi, l'amministrazione provinciale di Trento ancora una volta ha dato prova di prepotenza e crudeltà, dichiarando e portando fino in fondo una guerra all'orsa Kj2 terminata, come purtroppo avevamo previsto, con la morte dell'animale".

Una reazione che non riguarda soltanto le associazioni animaliste e ambientaliste, ma anche i settori più avvertiti dell'opinione pubblica, di cui sono testimonianza le pesanti critiche, ad esempio, da parte dell'alpinista, scultore e scrittore Mauro Corona, che ha stigmatizzato l'uccisione dell'orsa KJ2 come frutto di grave ignoranza. "Se la Provincia di Trento dovesse continuare a insistere sulla linea dura della cattura per captivazione permanente o in alternativa dell'uccisione dell'orsa KJ2 - sottolinea la Lav - si configurerebbe il reato di maltrattamento o uccisione non necessitata di animali, punito dall'articolo 544 del Codice Penale, per il quale è già stata predisposta la denuncia da depositare presso la Procura della Repubblica di Trento".