Casa » Sport

IN CASA DELL'AVVERSARIO - Napoli alla prova Bentegodi: le ultime sull'Hellas Verona

18 Agosto, 2017, 21:07 | Autore: Ave Pintor
  • Napoli in allenamento a Castelvolturno dopo la partita col Nizza

Il napoletano Filippo fusco, cresciuto in azzurro e oggi direttore sportivo del Verona, ha rilasciato una lunga intervista a Il Mattino in cui ha raccontato l'attesa vigilia dell'esordio in campionato.

Il Verona di Pecchia viene da un discreto precampionato dove ha battuto l'Avellino per 3-1 in Coppa Italia grazie a una doppietta di Daniele Verde e a un gol di Zuculini, perso contro il Newcastle 0-2, pareggiato contro il Trapani e vinto contro la Sampdoria 0-1.

Fusco, che stagione vuole fare il Verona? Sarri riesce a dare unidentità caratterizzante alle sue squadre, spesso puntando su un gruppo più ristretto. "Pecchia, come lui, prelige il gioco come mezzo per ottenere i risultati, ma a differenza di Sarri cerca di utilizzare tutti i calciatori della rosa".

Il suo Napoli, che ricordi ha? È presto per dirlo, ma sicuramente il Napoli è una delle candidate principali.

"Nel 1999, al mio primo anno come responsabile dell'area tecnica, abbiamo ottenuto una promozione in serie A molto importante, soprattutto perché nei due anni precedenti l'obiettivo non era stato raggiunto".

A chi è rimasto più legato ai dirigenti del Napoli che ha conosciuto?

C'è grande rivalità tra curva del Verona e quella del Napoli: lei ne ha mai subito qualche conseguenza? In questi tempi, nei quali si invoca sempre il FFP, è una cosa di importanza fondamentale. Contro il Nizza il Napoli ha mostrato le sue grandi qualità di squadra organizzata che cerca sempre di raggiungere il risultato attraverso un gioco propositivo e offensivo.