Attentato a Barcellona, tra i morti tre italiani

21 Agosto, 2017, 19:27 | Autore: Menodora Allio
  • Barcellona

Sei morti sono cittadini spagnoli, tre italiani, due portoghesi, uno belga, uno statunitense, uno canadese e uno con doppia nazionalità australiana e britannica, il piccolo Julian Cadman. Ieri i media spagnoli avevano dato la notizia del suo ritrovamento, ma oggi, come fa sapere l'ufficio spagnolo per le persone scomparse, è arrivata la tragica notizia. A catturarlo a Subirats, a nord di Barcellona, con una sospetta cintura esplosiva, i Mossos d'Esquadra, la polizia catalana.

I cinque membri del commando, poi abbattuto dalla polizia, volevano uccidere a pugnalate percorrendo tutto il Lungomare il maggior numero di turisti a passeggio sul Lungomare. Sono riusciti a raggiungere il lungomare, dove lì'auto si è capovolta, inseguiti dalla polizia. La donna ferita gravemente è ricoverata in ospedale in gravi condizioni ma non rischia la vita. Al suo interno si trovavano oltre 120 bombole di gas che la cellula intendeva usare per "far saltare in aria" la Sagrada Familiasimbolo di Barcellona. Tre sospettati componenti del gruppo terrorista sono in carcere. Il governo italiano, per bocca del ministro Alfano, ha chiesto che il rientro delle salme delle vittime della strage sulle Ramblas possa avvenire "il più rapidamente possibile".

Secondo la polizia, per il momento non ci sono elementi che facciano pensare che Abouyaaquob abbia lasciato la Spagna. Tutte le 15 vittime degli attentati di Barcellona e Cambrils sono state identificate ufficialmente. Chiara posta diverse foto di giovani esanimi a terra, insieme ad una foto sorridente del fratello, la stessa che compare nel profilo Facebook del ragazzo.

Younes Abouyaaqoub, il 22enne marocchino autore della strage sulla Rambla di Barcellona, è stato ucciso.

Il 'piano A' che i jihadisti di Ripoll preparavano da mesi doveva essere ancora più sanguinoso e spettacolare. In precedenza La Vanguardia aveva scritto che l'uomo era stato arrestato a Sant Sadurní d'Anoia. Un atto che avrebbe provocato una probabile ecatombe e un'onda d'emozione enorme nel mondo.