Casa » Sport

Karamoh, l'Inter è un sogno

06 Settembre, 2017, 21:40 | Autore: Ave Pintor
  • Inter Spalletti recupera Miranda

Yann Karamoh non ha avuto dubbi quando l'Inter ha mostrato interesse nei suoi confronti: "Avevo diverse offerte ma quando ho sentito il nome dell'Inter mi sono bloccato". Perché all'Inter? Era qualcosa di già previsto, era un mio sogno e non ho voluto fare un passo indietro. Tutto si è svolto velocemente. "Cercherò di diventare professionista il più velocemente possibile". Sulla storia dell'Inter e i suoi giocatori di riferimento: "Non conosco benissimo la storia dell'Inter, ho parlato con mio fratello e i miei amici, è una squadra che ho sempre seguito. Non l'unico, ma uno dei migliori". Credo che il mio sia un profilo che lo possa interessare. Spero di toccare la Champions League con questo club. Ho tutto il tempo di conoscere tutti, qualcuno mi ha già telefonato; mi sento tutto tranne che solo.

Degna di nota la considerazione di Spalletti che attraverso gli elogi conferma l'importanza delle sue caratteristiche tecniche: "Ho avuto modo di seguirlo quando allenava la Roma, è un tecnico eccezionale che ama il successo".

GIOCARE IN ALTRI RUOLI - "Assolutamente sì, in Francia ho anche giocato a sinistra". Devo migliorare nella velocità, devo essere più rapido. Il numero? Indosserò la 17 perchè mi ricorda Ronaldo. Di questa società ho sempre apprezzato la storia, da San Siro mi aspetto una pazzia positiva. Ho avuto un impatto magnifico con Milano, ho avuto già la possiblità di fare qualche giro in città e mi è piaciuta tantissimo.

NAZIONALE - "La nazionale rappresenta fierezza, quindi dal momento in cui si riesce ad entrarci tutti si complimentano e ciò genera grande felicità". "È stato tutto molto veloce, un sogno".

ETA' DI INIZIO COL CALCIO - "Ho iniziato da piccolissimo, nel 2002, poi sono passato nelle prime squadre importanti della Francia". Meglio i gol o gli assist? Il mio ruolo? Sono pronto a ricoprirne diversi.

ESULTANZE - "Non ho nessun tipo di manifestazione fisica".

ALTRO SPORT - "Mi spiace molto il basket, anche se non sto riuscendo a seguire l'Europeo". Il calore dei tifosi?