Malaria a Napoli: ricoverati due fratellini di 7 e 9 anni

07 Settembre, 2017, 22:21 | Autore: Rufina Vignone
  • Malaria ricoveri anche a Napoli

Non hanno mai destato più di tanta preoccupazione i casi di Malaria in Italia, la malattia trasmessa dalle zanzare anofele infettate dal parassita Plasmodio. Scopo, per il momento, è capire se l'approccio terapeutico è stato corretto o se ci siano state sottovalutazioni dei sintomi, all'inizio attribuiti a una laringite o comunque a una patologia diffusa in Italia prima della diagnosi di malaria. Per questo e' importante fare il test del dna e capire se c'e' coincidenza. La famiglia, secondo quanto accertato dalle strutture sanitarie, era tornata da un viaggio in Africa dove è probabile abbiano contratto la malaria. Ma ci vuole una spiegazione per quanto accaduto e non so se saremo in grado di trovarla. "Non si deve trattare di uno scambio superficiale". "Stamattina - ha continuato Ricciardi - una equipe mista del ministero della Salute e dell'Iss, composta dai nostri migliori tecnici, sta cercando di capire la dinamica". "Con il flusso costante di persone che vengono da aree a rischio - ha detto - non si può pensare che il problema non ci riguardi".

Una bambina di quattro anni, Sofia Zago (nella foto di apertura con i genitori), ricoverata agli Spedali Civili di Brescia, è morta per malaria. I periti hanno chiesto sessanta giorni di tempo per deporre la propria relazione.

Intanto, la Procura di Trento ha dato il nulla osta per la sepoltura di Sofia.

Napoli, 2 bimbi affetti da malaria.

Due bambini di 8 e 9 anni, di origini nigeriane, sono ricoverati nel reparto di malattie infettive pediatriche della Federico II, diretto dal professor Alfredo Guarino. Contagiata dalla malaria anche la loro mamma. Si dice "molto sorpresa" dal caso della bambina italiana morta per la malaria: "è un caso eccezionale e che fa riflettere", ha osservato. I bambini non hanno contratto la malattia in Italia, sono infatti reduci da un viaggio nel loro paese natale.

E a chi ha cominciato a parlare di allarme malaria ha risposto Maria Triassi, direttore del Dipartimento di Sanità Pubblica della Federico II, che ha spiegato che si tratta di casi fisiologici e che a Napoli non ci sono zanzare portatrici della malattia.

Anche le condizioni della madre, ricoverata nel reparto di malattie infettive del Cotugno, stanno migliorando, tuttavia i medici si riservano di attuare qualche precauzione in più essendo la donna in stato di gravidanza, tuttavia la malattia non dovrebbe avere ripercussioni sulla possibilità di portare a temine la gravidanza, ma per esserne certi bisognerà attendere ancora un po'.