Banca Carige, Guido Bastianini si dimette da carica consigliere

09 Settembre, 2017, 03:10 | Autore: Nazario Acquaviva
  • Carige, nel nuovo piano industriale il ritorno all'utile nel 2018

Il momento di Bastianini è arrivato dopo che i Malacalza avevano messo alla porta i precedenti vertici del board di Carige: l'ad Piero Montani e il presidente Cesare Castelbarco, nei confronti dei quali è stata anche avviata un'azione di responsabilità.

Cda di Banca Carige oggi. "Banca Carige informa che il Dott".

Bastianini e' entrato in Banca Carige, candidato dalla Malacalza Investimenti e nominato dall'assemblea dei soci, nel marzo 2016 e ha mantenuto la carica di amministratore delegato fino al giugno scordo quando le divergenze con Vittorio Malacalza, vicepresidente e primo azionista di Carige, sono culminate in una lettera di sfiducia presentata da quest'ultimo al consiglio di amministrazione.

Le dimissioni hanno effetto immediato e sono motivate "dal fatto che non sussistono più le condizioni per svolgere l'incarico", si legge in una nota. A quel punto è stato scelto un nuovo ad per Carige: Paolo Fiorentino. Nei giorni scorsi la Compagnia Financera Lonestar di Gabriele Volpi (6%) aveva chiesto di integrare l'ordine del giorno dell'assemblea convocata per l'aumento di capitale con la revoca di Guido Bastianini. I Malacalza, insomma, hanno chiesto di espungere la parte del documento che prevedeva una delega più ampia al cda, con la possibilità di procedere all'aumento, sia pure in subordine, "in via inscindibile e/o con esclusione o limitazione del diritto di opzione".