E' morto Gigi Burruano: Palermo perde uno dei suoi simboli

11 Settembre, 2017, 01:08 | Autore: Cleonico Iarussi
  • É morto Gigi Burruano: aveva 69 anni Lutto nel mondo del cinema siciliano

"Sto andando ad onorarlo a casa sua", dice Lollo Franco.

Nato a Palermo il 20 ottobre del 1948, Burruano avviò la carriera da attore all'inizio degli anni settanta, dedicandosi in particolare a due ambiti principali: cabaret e teatro dialettale. La camera ardente sarà allestita al Teatro Biondo, dove si recheranno anche colleghi e personaggi del mondo spettacolo che in queste ore ne stanno ricordando la memoria.

Lutto nel mondo del teatro palermitano. La sua carriera teatrale gli ha permesso di ritrovarsi a recitare su alcuni dei più noti palcoscenici nazionali, tra i quali i teatri stabili di Catania, Roma, Trieste e Prato.

Ha esordito al cinema nel 1970 in L'amore coniugale diretto da Dacia Maraini.

Proprio a teatro Burruano ha scoperto e portato alla ribalta Tony Sperandeo e Giovanni Alamia, un duo di attori musicisti del quartiere "Boscogrande"; si poteva incontrarli spesso al biliardo di fronte alla scuola elementare "M. Rapisardi".

Nel 2001 ha ottenuto una nomination al Nastro d'argento per l'interpretazione nel film I cento passi di Marco Tullio Giordana (2000) della parte di Luigi Impastato, padre di Peppino. E, ancora, il suo ruolo ne La Piovra e nei film Mary per sempre e in Ragazzi fuori. Tra gli altri film da lui interpretati, L'uomo delle stelle di Giuseppe Tornatore (1995), Il ritorno di Cagliostro di Daniele Ciprì e Franco Maresco (2003). Nel 1997, infatti, è stato interprete nell'ottavo episodio della serie - La piovra 8 - Lo scandalo. Nel 2009 aveva recitato nel film Baarìa di Giuseppe Tornatore.