Nuove minacce della Corea del Nord agli Stati Uniti

11 Settembre, 2017, 19:43 | Autore: Menodora Allio
  • 20170912_154902_5694080E

Gli Stati Uniti rischiano di "pagare a caro prezzo" e potrebbero sperimentare "i più grandi dolori e le peggiori sofferenze" nel caso in cui dovessero spingere per nuove e più pesanti sanzioni nei confronti della Corea del Nord. "Le misure che adotterà la Nord Corea comporterebbero grandi dolori e sofferenze per gli Stati Uniti, mai ancora provate nella loro storia", si legge nel comunicato, dove si sottolinea che, al fine di evitare la distruzione totale, gli USA devono far terminare il confronto politico, economico e militare con la Corea del Nord. Almeno secondo quanto dichiarato dalla stessa Corea del Nord. Le intenzioni della Corea del Nord sono chiare.

Pyongyang ha testato il 3 settembre un ordigno nucleare, a suo dire una bomba all'idrogeno, dopo che a metà di agosto aveva lanciato un nuovo missile balistico che aveva sorvolato il Giappone prima di inabissarsi nel Pacifico. Il tutto in seguito al test nucleare nordcoreano del 3 settembre scorso, il più potente dei sei fatti finora da Pyongyang. Gli ufficiali americani dicono al New Yorker che al momento, al di là dell'immaginazione dei pianificatori militari, non c'è un modello studiato su una possibile guerra non convenzionale, anzi, le armi atomiche degli attori in campo, da Kim a Washington a Pechino, sono l'elemento che sta evitando un conflitto che altrimenti sarebbe stato certo. Mosca e soprattutto Pechino sono altri attori fortemente interessati: la loro presenza è l'aspetto politico-strategico che complicherebbe in modo mastodontico le previsioni tecnico-militari americane su un'azione Sud-Usa contro il Nord. Cina e Russia, che hanno veto al CdS Onu, si trovano in una posizione più dialogante.