Roma. Straniero violenta una donna nella zona della stazione Termini

11 Settembre, 2017, 20:06 | Autore: Menodora Allio
  • Aggredisce e violenta una turista finlandese: arrestato un rifugiato

Per questo un 23enne originario del Bangladesh è stato arrestato dalla poliza.

È stato subito fermato il presunto responsabile dell'aggressione avvenuta a Roma sabato all'alba, di cui si è saputo solo lunedì pomeriggio, ai danni di una giovane ragazza finlandese. La ragazza, giunta in Italia da qualche giorno per ragioni di lavoro, dopo una serata con alcune amiche ha cercato un taxi, insieme a una di loro, per fare rientro presso l'abitazione dove alloggiava.

Una turista finlandese ha denunciato di essere stata picchiata, stuprata e rapinata a Roma. In quel frangente, è stata avvicinata da un ragazzo all'apparenza gentile, che si è ripetutamente offerto di accompagnarla a casa con la propria autovettura.

"Mi diceva se ti muovi o provi a scappare t'ammazzo, mi minacciava con una grossa pietra", ha raccontato la vittima tra le lacrime e sotto choc agli agenti che l'hanno soccorsa. La turista, fidandosi dei modi garbati dell'uomo, ha accettato e anche tranquillizzato l'amica che era con lei.

Percorsi un centinaio di metri, lo sconosciuto ha tentato di molestare la straniera, nonostante le urla e la reazione della giovane, e non ha desistito neppure quando una donna, udite quelle grida, si è affacciata alla finestra e ha chiamato la polizia. A qual punto l'aggressore ha minacciato di morte la vittima e dopo averla picchiata con una pietra l'ha costretta a seguirlo in una zona buia e appartata, dove l'ha obbligata a subire la violenza sessuale. A cose fatte le ha pure rubato quaranta euro, dandosi poi alla fuga.

Le indagini hanno permesso di identificare l'autore delle violenze, un 2enne bengalese riconosciuto dalla vittima anche in foto. L'uomo è stato bloccato sabato nei pressi di Piazza Fiume, ed è in possesso di un regolare permesso di soggiorno per motivi umanitari.