Papa: bene linea governo italiano su migranti e Libia

12 Settembre, 2017, 02:34 | Autore: Menodora Allio
  • Migranti Papa Francesco Governo sia prudente e valuti numeri

Da bordo dell'aereo papale che lo riporta dalla Colombia dove è stato in visita (ha anche avuto un piccolo incidente sulla papamobile, si è ferito sbattendo la testa) papa Francesco sembra voler rivedere e calibrare meglio le sue posizioni sui migranti. Dunque anche il Papa, finalmente, riconosce che uno Stato (e in particolare l'Italia) deve gestire il problema dei migranti tenendo conto anche dei limiti, anche numerici, della possibile accoglienza dignitosa. E che cosa pensa della politica di chiusura delle partenze, considerato che i migranti che restano in Libia vivono in condizioni disumane? Ma un governo deve gestire questo problema con la virtù propria del governante, cioè la prudenza. Cosa significa? Primo: quanti posti ho. Secondo: non solo accoglierli, ma anche integrarli. "Ho visto esempi qui in Italia di integrazione bellissima - ricorda -". Una, era l'ultima, la guardavo: ma questa faccia la conosco. Come sempre sulla via del ritorno il Pontefice si è intrattenuto con i giornalisti rispondendo alle domande: "Ho l'impressione - dichiara Bergoglio - che il governo italiano stia facendo di tutto, per lavori umanitari, di risolvere anche problemi che non può assumere". Ha imparato la lingua, ha fatto l'equiparazione degli studi. Tre: c'è un problema umanitario. L'umanità prende coscienza di questi lager, delle condizioni in Libia, nel deserto. Ma: "il cuore sempre aperto, prudenza e integrazione, e vicinanza umanitaria". C'è nel nostro inconscio collettivo un motto, un principio: l'Africa va sfruttata. "Dobbiamo capovolgere questo. L'Africa è amica e va aiutata a crescere". E' ironico. "Mi sono sporto per salutare i bambini e non ho visto il vetro, e... pum!"

Ma è sul clima che Papa Francesco si spinge oltre. Il cambiamento climatico si vede nei suoi effetti, e tutti noi abbiamo una responsabilità morale nel prendere decisioni. Ciascuno ha la sua responsabilità morale e i politici hanno la loro. "La storia giudicherà sulle sue decisioni". È l'unico animale che cade due volte nella stessa buca. Tante decisioni dipendono dai soldi. "Se è un bravo pro-life capisce che la famiglia è la culla della vita e si deve difendere l'unità".