Adempimenti connessi all'obbligo vaccinale: ecco le documentazioni richieste e le scadenze

13 Settembre, 2017, 11:20 | Autore: Rufina Vignone
  • Genitori No Vax gruppi social per boicottare la legge e la vaccinazione

Tanti gli approfondimenti sulle vaccinazioni che spesso non hanno alcun fondamento scientifico. La campagna di comunicazione, anche da parte dell'assessorato alla Sanità guidato da Giulio Gallera, è stata massiccia, ma purtroppo ci sono ancora mamme e papà che non sanno come bisogna comportarsi. Bisognerà vedere se la famiglia no-vax deciuderanno di adottare la linea dura oppure accogliere l'invito del vicesindaco Scavuzzo e cercare un compromesso. "La definirei 'sciatteria intellettuale' nel senso che non si è data la dovuta importanza alla scadenza fissata per ieri".

I casi si segnalano a Milano, Roma e Udine, dove ci si è rivolti anche alle forze dell'ordine per permettere ai propri figli di andare a scuola. I vaccini obbligatori sono dieci e i genitori che non osserveranno il contenuto di questa disposizione legislativa saranno sottoposti a sanzioni di tipo pecuniario. Dopo di che bisogna fare una sola cosa: prendere tempo rimandando continuamente l'appuntamento con l'Asl.

Confermando che non ci saranno proroghe, la titolare del dicastero dell'Istruzione si è detta comunque "ottimista sul fatto che la larghissima maggioranza dei genitori comprenderà la necessità delle vaccinazioni" e si comporterà di conseguenza.

E dire che nel primo pomeriggio il presidente nazionale dell'Associazione consumatori, Carlo Rienzi aveva sostenuto in una nota che "il presidente della sezione III quater del Tar, Leonardo Pasanisi ha emesso un decreto col quale, "considerato che la Circolare impugnata prevede che entro tale termine possa essere presentata una semplice dichiarazione sostitutiva, e che la relativa documentazione debba in tal caso essere presentata entro il ben più ampio termine del 10 marco 2018", fissa la trattazione collegiale in camera di consiglio del 3 ottobre 2017". "Posso ipotizzare che con il rientro di tutti i bambini, il dato del 10% si riduca alla fine alla metà".

Quando i militari sono arrivati la preside li ha fatti entrare per accertare che tutto fosse in regola. Chiaramente, per utenti si intende il nucleo familiare (ovvero anche due o più bambini). L'altra segnalazione, su Sesto San Giovanni, arriva dai Genitori del no obbligo ed è assai diversa: tre famiglie del comitato - che non si professa antivax e consiglia di presentare le richieste di vaccino ma di non autocertificarle - sarebbero rimaste fuori per divergenze col dirigente sui documenti.

Poi vi sono alcune vaccinazioni particolari per medici e operatori sanitari, come l'antitubercolare e altre. Solo per quest'anno, si potrà autocertificare di aver richiesto alla ASL di effettuare le vaccinazioni richieste e non ancora effettuate. E ci sono quelli che sono andati nel pallone, come nell'Asl Napoli 1, dove negli ultimi 11 giorni sono state somministrate 7.578 dosi, al ritmo di 150 al giorno, con 450 persone che affollavano i 18 centri vaccinali e code lunghissime: molti non avevano capito che bastava un'autocertificazione.