Casa » Sport

Doping, assolti i primi 95 atleti russi: "Non ci sono prove"

13 Settembre, 2017, 18:49 | Autore: Ave Pintor

La Wada ha assolto 95 atleti russi sui primi 96 accusati di doping. Lo riporta il New York Times citando un rapporto interno all'organizzazione di cui il quotidiano statunitense è entrato in possesso. Non mancheranno le polemiche, con l'interrogativo se sia prevalsa l'efficacia del sistema russo nel distruggere le prove o l'approccio poco duro degli investigatori.

Lo scandalo del doping russo non è solo un caso sportivo che ha portato all'esclusione di molti atleti russi dalle Olimpiadi di Rio. "Certamente in Russia potrebbero esserci più prove, ma c'è un limite a quello che si riesce a ottenere".

Restano comunque tante ombre, come ad esempio il mancato coinvolgimento nelle indagini del dottor Grigory Rodchenkov, ex direttore del laboratorio antidoping russo, che ora vive sotto protezione negli Stati Uniti.