Il mondo non accetterà mai una Corea del Nord armata di nucleare

13 Settembre, 2017, 22:19 | Autore: Menodora Allio
  • Il mondo non accetterà mai una Corea del Nord armata di nucleare

Per questo "raddoppierà gli sforzi per aumentare la forza a difesa della sovranità e del diritto di esistere", della Corea del Nord.

Lunedì 11 settembre, la decisione dell'ONU: il Consiglio di Sicurezza ha approvato una risoluzione che pone il bando alle esportazioni tessili di Pyongyang e limita le importazioni di petrolio e gas naturale. Come riporta il The Mirror, il Commissario Esecutivo di Seul, Choi Jongbae, ha dichiarato durante una conferenza che dalla quantità di Xeno 133 rilevato è difficile stabilire la potenza dell'esplosione da cui è scaturito, ma è possibile affermare che l'isotopo radioattivo proviene dal Nord Corea. "Un altro Paese membro ha informato il panel di avere ragione di credere che il carico facesse parte di un contratto della Mining Development Trading Corp nordcoreana con la Repubblica siriana".

Dal canto loro, gli Stati Uniti pare siano spinti anche da motivazioni geopolitiche: Trump intende riconquistare posizioni in Estremo Oriente, dove al momento è la Cina che comanda. Secondo il rappresentante permanente cinese all'Onu Liu Jieyi: "la crisi deve essere risolta in modo pacifico". "Il regime in Corea del Nord non ha ancora oltrepassato il punto di non ritorno".

In risposta alle dichiarazioni di favore della Cina verso l'Onu, gli Stati Uniti che si sono preoccupati di far sapere attraverso il segretario al Tesoro americano, Steven Mnuchin che "se Pechino non rispetterà le sanzioni imposte dall'Onu alla Corea del Nord, gli Usa agiranno senza escludere in tal caso sanzioni nei confronti di Pechino".

Insieme alle sanzioni precedenti, che hanno imposto un embargo sulle esportazioni di carbone, ferro, pesce e molluschi, la Corea del Nord perde circa 2,7 miliardi di dollari, pari al 90% delle sue vendite all'estero, secondo dati dell'anno scorso calcolati da Washington. "Senza retorica, gli Stati Uniti vogliono nascondere la loro vera natura di paese responsabile dell'aggressione e della guerra e devastatore della pace (...) Nikki dovrebbe stare attenta con la sua lingua (...) l' Amministrazione statunitense dovrà pagare un caro prezzo per i suoi pessimi discorsi".

Nella data simbolica degli attentati al World Trade Center e al Pentagono, la comunita' internazionale trova l'unanimità per fermare le ambizioni nucleari della Corea del Nord impone not nuove sanzioni. Prima della bomba H era stato lanciato un missile Hwasong 12 che aveva concluso il suo tragitto nel Mar del Giappone.