"Tesori sotto i lapilli": la nuova mostra all'Antiquarium degli Scavi di Pompei

13 Settembre, 2017, 23:47 | Autore: Cleonico Iarussi
  • Bracciali e anelli nella cenere: a Pompei la mostra

Arredi, affreschi e gioielli dall'Insula Occidentalis" che fino al 31 maggio 2018 permetterà ai visitatori di scoprire la raffinata bellezza di alcuni dei ricchi arredi e delle pitture parietali di una delle case più note del grandioso complesso delle ville urbane dell'Insula Occidentalis: "la Casa del Bracciale d'Oro. Testimonianza dei fasti romani delle eleganti dimore provenienti dall'Insula Occidentalis della città antica.

La mostra Tesori sotto i lapilli è solo una delle tante iniziative che, da circa un anno a questa parte, contribuiscono alla rinascita di Pompei. Interessante ciò che rappresenta: due teste di serpente che reggono tra le fauci l'immagine della dea Selene. Arredi, affreschi e gioielli provenienti, dunque, dall'Insula Occidentalis sono esposti nell'Antiquarium in un percorso che richiama nei colori e nelle luci lo stile di vita degli antichi pompeiani. Info sul sito Pompeii Sites. Il ritratto raffigura una donna coronata da una mezzaluna circondata al suo interno da stelle.

Un altro fuggiasco portava invece con sé una cassettina in legno e bronzo con 40 monete d'oro e 175 in argento, anch'essa esposta. Lo studio delle posizioni in cui sono stati rinvenuti ha rivelato molto sulle dinamiche della fuga: un bambino e due adulti cercarono riparo nel sottoscala di uno degli ambienti di servizio della domus.

DSC_1686bassa

Presenti all'interno dell'esposizione anche i corpi delle vittime che, in quella casa, trovarono la morte. Durante la stagione estiva i banchetti si svolgevano al piano inferiore in un lussuoso triclinio aperto su un grande spazio verde rinfrescato dalle acque di un monumentale ninfeo, visibile in mostra, rivestito da mosaici policromi in pasta vitrea, conchiglie e schiuma di lava per suggerire l'idea di una grotta secondo la moda dell'epoca.

Attualmente l'abitazione è chiusa per interventi di restauro. È di grande rilevanza, inoltre, la sistemazione della scarpata sottostante la casa della Biblioteca, oggi a rischio di frana, che verrà adeguatamente consolidata.

"Gli oggetti in mostra provengono da uno dei complessi più straordinari del territorio".