Virus Chikungunya, 27 casi accertati: 6 persone a Roma, 20 ad Anzio

15 Settembre, 2017, 23:47 | Autore: Rufina Vignone
  • La Regione Lazio chiude il Commissariamento delle Ater nominando ben 25 Consiglieri. Dure critiche dalla Cgil Fp

Nel Lazio per la zanzara infetta sono 17 i casi accertati dal Servizio Regionale di Sorveglianza Malattie Infettive (Seresmi): di questi, sei sono nella Capitale. I nuovi casi segnalati riguardano cittadini residenti ad Anzio o che sono stati di recente nel centro laziale. A comunicarlo è la Regione Lazio che aggiunge: "Rimangono inalterate le notifiche facenti riferimento il territorio di Roma". Lo ha fatto in un documento nel quale si riportano una serie di indicazioni per gli Stati membri, a partire dall'invito a segnalare tutti i casi di infezione accertati tra quanti hanno viaggiato in Italia.

Sarebbero saliti a 27 i casi di contagio da Chikungunya nel Lazio. Immediata la reazione del Comune, che in serata ha diramato una nota in cui comunica di aver predisposto la disinfestazione straordinaria larvicida e adulticida, che "verrà effettuata nell'arco di cinque giorni a partire da domani, sabato 16 settembre". Una scelta obbligata per scongiurare la diffusione della chikungunya, la malattia diffusa dalla puntura delle zanzare tigri, che provoca febbri altissime e dolori articolari che si protraggono per settimane dopo la guarigione. Prima dell'estate, infatti, la grillina di Roma aveva diramato un provvedimento che suonava più o meno così: guai a toccare le zanzare adulte, vietato fare disinfestazioni perché i prodotti sono tossici e chi utilizza nebulizzatori e insetticidi sarà multato anche in modo salato. "Di conseguenza ci si aspetta di identificare nuovi casi in futuro". Il governatore ha incontrato ieri le associazioni di volontariato attive nel settore delle donazioni di sangue per chiedere una "spinta di solidarietà" e ha ringraziato le regioni per il loro contributo.

L'azienda Usl di Modena ha accertato un caso di Chikungunya per un residente di Casinalbo. Alcune delle unità sono state già inviate, mentre delle altre è in via di organizzazione il trasporto. Tradotto: la Raggi è corsa ai ripari visto solo nella città di Roma ci sono almeno 6 casi di contagio (altri si sono verificati ad Anzio e a Latina) ed è più importante la salute delle persone che la sopravvivenza degli insetti che trasmettono malanni, febbre e dolori in tutto il corpo. "Chiediamo ai nostri donatori uno sforzo straordinario, certi che come sempre la risposta ci sarà - dice l'assessore alle Politiche per la salute, Sergio Venturi-".

Nel resto del comune di Roma la donazione è invece consentita. "In questa emergenza dobbiamo sensibilizzare tutta la popolazione, non solo i donatori periodici, perché il sangue non si fabbrica in laboratorio e ogni giorno il sistema sanitario assicura 8mila trasfusioni ai malati cronici, oncologici e talassemici".

Ci sono otto zone a rischio Chikungunya a Roma.