Droga: scoperto quartier generale spacciatori a Torino, 33 arresti

16 Settembre, 2017, 00:07 | Autore: Menodora Allio
  • 20170914_072917_9864EF47

Uno stabile di Torino, in zona Porta Palazzo, occupato abusivamente da famiglie di extracomunitari, era il quartier generale di una banda di spacciatori maghrebini.

L'indagine, iniziata nel 2015, dai carabinieri della Compagnia Torino Oltre Dora, ha permesso di notificare un'ordinanza di custodia cautelare in carcere a 17 persone, di cui 14 marocchini e 3 italiani, e un divieto di dimora a 3 marocchini. Produzione, traffico e detenzione di sostanze stupefacenti le accuse, a vario titolo, aggravate dall'aver venduto decine di dosi anche a minorenni. La droga arrivava direttamente dal Marocco. E i prezzi al dettaglio erano più che vantaggiosi, tra i migliori sul mercato. L'inchiesta ha accertato l'esistenza di un imponente traffico di sostanze stupefacenti e ha già permesso di sequestrare 24 chili di droga, tra hashish, marijuana, eroina e cocaina, oltre a 11 mila euro in contanti.

Il giro dei clienti era notevole: operai, liberi professionisti ma anche minorenni correvano alla piazza di spaccio prima e dopo scuola.

L'hanno scoperta a comprare quattro chili di hashish, in quello che i carabinieri hanno chiamato "il fortino della droga" torinese. Il nostro obiettivo è colpire le centrali di spaccio.

Delle vedette lo controllavano 24 ore su 24 e, al suo interno, la droga veniva raffinata, preparata e smerciata a pusher di tutto il Piemonte.