Casa » Sport

Il pre-partita e le probabili formazioni

16 Settembre, 2017, 20:20 | Autore: Ave Pintor
  • Crotone Nicola Inter da scudetto ma guai a cambiare mentalità | Sport e Vai

Avversari assolutamente da non sottovalutare, considerando anche l'ultimo precedente che ha visto l'Inter perdere proprio col Crotone per 2-1 lo scorso 9 aprile. I pitagorici si rendono poi pericolosi in contropiede, Skriniar evita grattacapi deviando in corner il cross di Mandragora. Dedica al primo gol? La partita era in una situazione di caldo e di temperatura diversi da quelli cui siamo abituati, con un campo secchissimo che rallentava il gioco e il vento che ci creava difficoltà nel primo tempo. Io come Del Piero con la linguaccia? In un contesto simile arriva davvero casuale l'1-0 dello slovacco che spiana di fatto la strada al raddoppio di Perisic e spegne l'entusiasmo di Nicola, che però esce giustamente fra gli applausi.

I nerazzurri, a differenza di altre squadre, hanno potuto riposare per tutta la settimana non essendo impegnate nelle Coppe europee, ma per il Mister non è del tutto un vantaggio: "Non fare le Coppe non è sempre un vantaggio". Roba da squadra che mira allo scudetto.

Difesa. "Mi aspettavo un miglioramento della squadra perché li vedo lavorare bene, attenti, vogliosi, si vede la disponibilità al lavoro, non siamo al bar dove si chiacchiera su chi potrebbe giocare". Non ci impressiona niente, in positivo e in negativo. Spalletti richiama l'opaco Gagliardini e si affida a Vecino, poi tocca all'acciaccato Dalbert lasciare spazio a Nagatomo. "Se ci dividiamo i compiti tutti danno una mano e danno piu' qualità". A chiudere i giochi definitivamente è Perisic: il croato riceve in profondità da Joao Mario, si libera di Faraoni e fulmina con un rasoterra Cordaz. Se i giocatori ragionano così gli vado addosso. Il Fenomeno realizzò anche a San Siro contro la Lazio, ma di nuovo i biancocelesti nel quinto turno, questa volta a San Siro, fermarono sull'1-1 i nerazzurri.