In Sicilia M5s ha un altro grande problema con la democrazia diretta

16 Settembre, 2017, 07:14 | Autore: Abelardo Magnotti
  • Luigi Di Maio

Giulivi era stato escluso dalla corsa per le amministrative a Palermo per non aver firmato in tempo una sorta di codice di comportamento. Attivista e compagno della deputata nazionale Chiara Di Benedetto, Giulivi non aveva firmato un documento - un codice etico - che gli era stato sottoposto dal Movimento e dallo staff e che era ritenuto necessario per potersi candidare.

Ora la decisione è stata rinviata al 18 settembre, quando avverrà l'integrazione del contraddittorio nei confronti dei candidati classificatisi in posizione utile per entrare in lista, la campagna elettorale del movimento in Sicilia è attualmente a rischio d'impantanarsi. Il candidato governatore, accompagnato dal vicepresidente della Camera, Luigi Di Maio, ha però fatto saltare l'incontro previsto a Barcellona Pozzo di Gotto, dopo le polemiche esplose nei 5 stelle per il passaggio previsto nell'azienda di un consigliere comunale, Salvatore Imbesi, rinviato a giudizio per evasione fiscale.

Intanto è fallito anche l'ultimo tentativo di mediazione tra il M5s e Mauro Giulivi e tarda ad arrivare la pubblicazione sul blog di Beppe Grillo del dispositivo della sentenza come chiesto dal giudice.

Così, adesso, la candidatura alla presidenza di Giancarlo Cancelleri è momentaneamente sospesa.

"Ho sempre detto che se i nostri iscritti vorranno individuare me come candidato premier, ci sarò".

Immediata la reazione del mondo politico siciliano al provvedimento del tribunale di Palermo che ha sospeso la validità e gli effetti delle cosiddette "regionarie" siciliane del M5S. L'avvocato di Giulivi è Lorenzo Borrè, lo stesso che ha intentato già diverse cause contro il M5S, l'ultima delle quali per la candidata genovese Marika Cassimantis. Questa occasione servirà per far conoscere ancora di più Giancarlo e il programma del Movimento 5 Stelle. Per il firmatario del ricorso: "Per settimane ho cercato il dialogo e la meditazione, ma niente da fare, ho ricevuto solo picche e porta in faccia" e chiede che si ripetano le votazioni online. "Farlo prima delle votazioni, sarebbe come fare il fantacalcio".

Inoltre Grillo ha rimarcato che il candidato presidente Giancarlo Cancelleri proseguirà in ogni modo il tour per la Sicilia accompagnato da Luigi Di Maio in visita nel Messinese dove hanno intenzione di incontrare allevatori e pescatori. Il tribunale ha semplicemente accolto il ricorso di un iscritto che vuole essere in lista e, come misura cautelare, ha sospeso le regionarie - si legge in una nota del Movimento 5 Stelle -.

"Rabbrividisco che da una parte ci sia Crocetta e dall'altra gli uomini di Cuffaro e Lombardo - ha aggiunto - Se vogliamo liberare l'Italia dobbiamo cominciare a liberarci dei partiti siciliani che hanno contribuito a distruggere questa terra".