Casa » Sport

Lazio, Inzaghi: "Al Milan ruberei solo Biglia"

16 Settembre, 2017, 01:04 | Autore: Ave Pintor
  • Lazio Inzaghi

A chi gli ha chiesto della possibilità di guidare un giorno la squadra bianconera, Inzaghi ha risposto: "Non si sa mai, al momento sono alla Lazio ed è casa mia".

"Come ho visto Biglia?". Era un osservato speciale, conoscerlo ci ha aiutati. Dal canto nostro abbiamo cercato di limitarlo, a mio avviso è il miglior regista d'Europa.

L'esultanza sotto la curva al gol di Murgia che ha regalato la Supercoppa; l'abbraccio travolgente a Milinkovic dopo il gol-partita al Chievo; i quattro gol al Milan re del mercato. La Lazio vola, gioca bene, piace, per certi versi sorprende anche, come nel caso di Luis Alberto: non sorprende il suo allenatore, arrivato un'estate fa come scelta d'emergenza dopo il no a Bielsa, ma che ha trasformato un ambiente depresso in un blocco unico.

In conferenza stampa Inzaghi, che non ha specificato il problema fisico che attanaglia Felipe Anderson, ha detto che il brasiliano, ancora a secco di presenze in quest'inizio di campionato, non tornerà in campo presto e potrebbe rimanere fermo ancora per almeno tre settimane. "Si è messo a disposizione dello staff e dei compagni, è uno dei leader, che si è meritato di essere uno dei nostri capitani". Quanto all'addio di Totti, Inzaghi ha le idee chiare: "Il primo anno, quando lasci, hai sempre un po' di vuoto, ma l'ho incrociato a Ponza e mi e' sembrato contento del nuovo ruolo".

La chiosa è invece sul debutto europeo della Juventus che stasera al 'Camp Nou' affronta il Barcellona nel primo match del girone di Champions League: "Sarà difficile, ma sono convinto che i bianconeri faranno una grande gara".