Narcos, ucciso in Messico un assistente alla produzione della serie Netflix

16 Settembre, 2017, 21:51 | Autore: Cleonico Iarussi
  • Un uomo della produzione di “Narcos” è stato ucciso in Messico

Un assistente alla produzione di Narcos, mentre stava individuando i luoghi in cui girare le scene della nuova stagione, è stato ucciso in Messico.

Il corpo dell'uomo, crivellato di colpi, è stato trovato in una strada del comune di Temascalapa dentro il bagaglio della sua macchina.

Si chiamava Carlos Munoz Portal, 37 anni, è stato assassinato in un'area poco abitata nel centro del paese dove da qualche giorno stava verificando le location e scattando fotografie appunto per la serie Netflix.

Visto che la zona non è molto abitata, al momento non abbiamo testimoni. Secondo una prima ricostruzione della procura locale, la sua attività potrebbe aver insospettito i suoi sicari: "Hanno pensato che stesse raccogliendo informazioni sulla zona e hanno inseguito la sua auto", ha commentato il portavoce della procura Claudio Barrera.

Munoz lavorava da anni nell'industria televisiva e cinematografica, collaborando anche in diversi film, tra cui Fast & Furious - Solo parti originali e Spectre.