Casa » Sport

Torino, Mihajlovic sbugiarda Cairo: "Duvan? L'avremmo preso se fosse partito Belotti"

16 Settembre, 2017, 18:19 | Autore: Ave Pintor
  • Torino Ansaldi si presenta

Andiamo dunque a vedere quali potrebbero essere i probabili schieramenti di entrambe le squadre, iniziando dai padroni di casa, con Mihajlovic che punterà sul molto offensivo e collaudato 4-2-3-1. Sarà molto difficile. Perchè l'Atalanta l'anno scorso ha fatto 17 punti più di noi, la Lazio 14, il Milan 10 e così via. Però non abbiamo incontrato squadre più forti di noi: la Samp, che è anche più riposata, sarà un bel banco di prova per noi. Con i blucerchiati l'esperienza da allenatore che è rimasta ancora nei ricordi del serbo. C'è anche Ferrero tra le persone più care e sarà sempre così. "Mi sono trovato subito molto bene - ha concluso - sembra di essere in una bella famiglia". "Io risposi il secondo e ci avevate ricamato sopra, ma vi dico che dopo la campagna acquisti di quest'anno Cairo è diventato il mio migliore amico (ride, ndr)". "Conosciamo i loro punti forti ma conosciamo anche i loro punti deboli". "Ho giocato lì per quattro anni e ho allenato per un anno e mezzo". Mi ricordo che l'anno scorso mi avevate chiesto se voglio più bene a Cairo o a Ferrero.

"Tre infortuni in un reparto solo ci mettono in difficoltà". Abbiamo recuperato Baselli, speriamo che Rincon ce la farà. "Sono venuto qui con l'aspettativa di continuare a mantenere il mio buono stato di forma, voglio dare una mano a tutta la squadra, essere l'Ansaldi di sempre - ha sottolineato il 30enne difendore argentino, in prestito dall'Inter - Dove preferisco giocare?" In porta l'ex Psg Sirigu, in difesa Molinaro, Moretti, N'Koulou - in ballottaggio con Lyanco - e De Silvestri. Mi hanno detto che voleva crossare... li aspettavo quei cross anche prima, quando giocava nel Torino. In ogni caso siamo sempre undici contro undici. Loro comunque giocano bene, in difesa sono organizzati, davanti sono pericolosi, sono una mina vagante.