Casa » Sport

WorldSBK, GP del Portogallo - Paura per Sykes, Rea resta il più veloce

16 Settembre, 2017, 15:38 | Autore: Ave Pintor
  • Jonathan Rea a colloquio con i suoi tecnici nel box Kawasaki Mondiale Superbike 2017

Jonathan Rea è l'apri-fila in questa prima giornata di prove libere sul tracciato portoghese.

Niente Gp, operazione in vista, probabilmente già presso l'Hospital Universitario Quirón Dexeus, e corsa al Mondiale finita: Sykes potrebbe tornare in pista già tra due settimane a Magny Cours, dove però Jonathan Rea, che vanta ora 70 punti di vantaggio, potrebbe già laurearsi campione per la terza volta. Con il tempo di 1'42 " 621 è stato l'unico a scendere sotto il muro dell'1'43. Il pilota che ha limitato maggiormente i danni è stato Marco Melandri, risorto dopo lo stop forzato nel primo turno di libere a causa del cedimento del bicilindrico della sua Panigale R. Al fianco di "Macho" è arrivato anche il suo compagno di squadra, un Chaz Davies che, invece, ha accusato un gap di poco inferiore ai sette decimi.

E' stata una caduta strana, con la moto che ha perso aderenza al posteriore per poi catapultare Sykes nella via di fuga. Il migliore degli italiani è Lorenzo Savadori (1'44 " 910). Ha completato la top ten la Honda ufficiale di Stefan Bradl, mentre la CBR1000RR stavolta portata in pista dal giapponese Takumi Takahashi, al debutto nel Mondiale Superbike, non ha fatto meglio del 18esimo crono.

Coloro che invece dovranno giocarsi nel primo turno di qualifiche un posto tra i due restanti e disponibili nella sessione successiva sono i due alfieri BMW, Jordi Torres e Raffaele De Rosa, Leandro Mercado, Xavi Forés, Riccardo Russo, Roman Ramos, Ayrton Badovini, Takumi Takahashi, che nel corso di questo weekend andrà ad affiancare il tedesco Bradl, Anthony West, che ha firmato col Team Puccetti, Ondrej Jezek ed Alessandro Andreozzi che da qui a fine stagione correrà nel Team Guandalini Racing, motorizzato Yamaha, al posto di Massimo Roccoli.