Alcune molotov contro la casa del presunto killer di Noemi

17 Settembre, 2017, 14:04 | Autore: Menodora Allio
  • Delitto Noemi: tre molotov contro la casa del fidanzato, reo confesso

Due bottiglie incendiarie sono state lanciate contro l'abitazione del giovane, reo confesso dell'omicidio.

L'apice della tensione si è verificato nel cuore della notte. Il 17enne fidanzato della vittima, che ha confessato l'omicidio, ovviamente non si trovava nell'edificio, nel quale vivono tuttora i suoi genitori. Al vaglio dei militari dell'Arma, potrebbero poi finire i nastri di eventuali telecamere installate in zona.

Adesso la casa a Montesardo è costantemente piantonata dai carabinieri. Qualcuno ha voluto lanciare un messaggio che appare chiaro: per i cittadini, in quella famiglia non ci sono innocenti.