Casa » Sport

QUI MILAN - Oggi l'Austria Vienna, Montella si affida a Kalinic

17 Settembre, 2017, 00:12 | Autore: Ave Pintor
  • Leo Bonucci capitano del Milan

In primis si è parlato del grave infortunio occorso a Conti: "Quella di venerdì è stata una giornata triste per tutta la squadra". Occorre portare avanti più giocatori possibili. "La sconfitta ci ha fatto bene...".

Kessie. "Come altri, Frank non ha reso come nelle prime gare, ma ci sta. Calhanoglu? Prestazione di grande qualità, il gol gli ha dato fiducia".

Inevitabile un commento sul modulo: "3-5-2?" "La verità sul Milan si avrà nel mese prossimo", ha dichiarato laconico. Poi si è vista la voglia di soffrire e stare compatti, m anche un piccolo calo di tensione. Il loro valore lo vedremo nel tempo, ma sono sicuro che siamo nella giusta direzione.

Ma le novità sono molte, alcune indotte dal turnover, e le più clamorose sembrano essere le probabili rinunce per una sera a due intoccabili della scorsa stagione, Jack Bonaventura ("Porta imprevedibilità, sta crescendo, ma io non devo pensare al breve bensì al lungo periodo") sostituito da Calhanoglu, e Suso, che nel 3-5-2 "può giocare interno o seconda punta", ma che per intanto dovrebbe andare in panchina. Palcoscenico internazionale dove il Milan si esalta per dna e dove questo Milan deve razionalmente puntare alla finale della competizione. E' una squadra in divenire, con l'arrivo di Bonucci ci abbiamo pensato. "Nella difesa a tre è importante avere un mancino come Romagnoli". "Lo aspettiamo a Milanello", ha detto Montella. Gli avversari dell'Austria Vienna vengono da prestazioni altalenanti: un pareggio, una vittoria e una sconfitta nelle ultime tre partite, si trovano comunque nella parte alta della, pur corta, classifica austriaca, al terzo posto con 11 punti, ma ben 7 di ritardo dalla capolista Sturm Graz. Eppure, sottolinea la rosea, qualche volta potrebbero giocare insieme, magari in una partita più semplice, contro una piccola.

"André Silva? Ha fame, ora fa anche gol".