Catania, spuntano manifesti funebri per un collaboratore di giustizia (che è vivo)

28 Settembre, 2017, 23:32 | Autore: Menodora Allio
  • Rimossi i manifesti funebri per il collaboratore di giustizia Rosano lui è vivo

Lui collabora da qualche tempo con la giustizia e ieri le mura della città di Adrano sono state tappezzate con i manifesti del suo necrologio.

Non certo uno sconosciuto, bensì un nuovo "pentito" della mafia catanese (anche se in atto, tecnicamente, la sua condizione è quella del semplice "dichiarante") la cui collaborazione coi magistrati della Direzione distrettuale antimafia guidata da Carmelo Zuccaro s'annuncia pesantissima.

Intervento del presidente del Consiglio comunale di Adrano, Alessandro Zignale, sui lutti affissi due sere fa che riguardavano il pentito Valerio Rosano.

Il manifesto funebre era un'invenzione di sana pianta, allestita da Cosa nostra per lanciare un macabro messaggio al 26enne Rosano: "Parla, e sei un uomo morto".

Una fiction, questa, tristemente curata nei particolari.

I necrologi sono tutti stati rimossi.

Gli avvisi segnati a lutto recano una scritta: "I funerali avranno luogo nella chiesa Via della Regione, il giorno 27 settembre alle ore 16.30", è chiaro che all'indirizzo indicato non corrisponde alcuna chiesa, invece è la sede del commissariato della polizia di Stato.