Roma, ai domiciliari in clinica evade ex parroco accusato di pedofilia

29 Settembre, 2017, 16:50 | Autore: Menodora Allio
  • Evade da una clinica di Genzano in taxi: ricercato don Ruggero Conti, condannato per pedofilia

Con l'accusa di atti sessuali su minori è stato condannato a 8 anni l'ex parroco della chiesa San Giustino de Jacobis, di Brindisi, don Francesco Caramia, 43 anni. I fatti risalgono a qualche anno fa: il preste era stato arrestato nel giugno 2016 e aveva ottenuto i domiciliari in una comunità religiosa fuori Regione.

"Per favore lasciami stare, sono un bambino".

L'ex parroco era stato poi condannato dal Tribunale di Roma nel marzo del 2011 a 15 anni e 4 mesi di reclusione. Le violenze, secondo il racconto consegnato dall'ex chierichetto al gip nel corso di un incidente probatorio, avvenivano anche due volte a settimana, dopo il catechismo. Prima di lui, nel maggio e nel novembre 2015, don Giampiero Peschiulli, di Brindisi, e don Franco Legrottaglie, di Ostuni, erano stati posti ai domiciliari nell' ambito di altre indagini: uno per pedofilia, l'altro per possesso di materiale pedopornografico. L'uomo - riferisce l'agenzia di stampa Ansa - che e' evaso martedi' pomeriggio, doveva ancora scontare una pena di circa 11 anni.

Abusò di un chierichetto di 8 anni, don Francesco Caramia condannato a 8 anni di carcere.