Camplone contro la crisi: "Andremo a Vercelli per giocarcela a viso aperto"

02 Ottobre, 2017, 06:46 | Autore: Rufina Vignone
  • Serie B è saltata la prima panchina

Il Cesena dura un tempo, poi tra errori e follie viene travolto anche dalla Pro Vercelli, che si impone per 5-2, manda il Cavalluccio all'ultimo posto e pone fine con tutta probabilità all'era Camplone, ieri affossato per colpe non sue. In pole, per la sua successione, c'è l'ex granata Castori, accostato qualche settimana fa proprio alla panchina della Salernitana e Mimmo Di Carlo. Il Cesena si riporta davanti con un contropiede orchestrato da Gliozzi che pesca Jallow, che di piatto destro supera Marcone. Nella ripresa la Pro Vercelli torna sul rettangolo verde con tutt'altra determinazione e comincia a manovrare con grande convinzione. Si vede chiaramente che la partita è girata, al 18' Germano lancia in profondità Raicevic che porta in vantaggio la Pro con un tocco che beffa l'estremo ospite, al 24' magistrale ripartenza di Vives che con un delizioso pallonetto centra in pieno la traversa, Firenze è il più lesto a mettere in rete il tap-in vincente per il poker delle bianche casacche. A disposizione: Nobile, Berra, Morra, Vajushi, Barlocco, Gilardi, Pugliese, Polidori, Bruno.

Note: Corner 10-2. Ammoniti Legati e Raicevic per la Pro Vercelli, Jallow, Mordini e Cascione per il Cesena.