Def, Istat: migliora la crescita, cala il risparmio

04 Ottobre, 2017, 01:27 | Autore: Nazario Acquaviva
  • L'Istat taglia le stime di crescita nel secondo trimestre del 2017

Nel comunicarlo l'Istat ha sottolineato che il reddito disponibile delle famiglie consumatrici è aumentato invece dello 0,2% rispetto al trimestre precedente, mentre i consumi sono cresciuti dello 0,4%.

Cosi' indica Fitch in un report sull'Italia pubblicato oggi, nel quale si ricorda che il pil del Belpaese nel secondo trimestre del 2017 e' salito dello 0,4% rispetto al trimestre precedente e dell'1,5% su base annua, come non succedeva dal secondo trimestre del 2011.

Intanto diminuisce la propensione al risparmio degli italiani diminuisce di 0,2% rispetto al trimestre precedente, quando era al 7,7%. Nel 2017 acquisito +1,2%. Il saldo corrente delle AP è stato anch'esso positivo, con un'incidenza sul Pil del 3,1% (2,9% nel secondo trimestre del 2016). Resta anche l'avanzo primario (la differenza tra entrate e uscite al netto delle spese per interessi sul debito), pari all'1,7% del Pil contro l'1,4% dello stesso periodo dello scorso anno.

Su base annua comunque, si è assistito ad una diminuzione dell'indebitamento pari allo 0,2%, dal 2,6% del 2016.

"In Italia le aspettative di crescita per i prossimi mesi appaiono favorevoli", ha aggiunto. Alleva messo in evidenza i "segnali di miglioramento dell'economia", trainata anche dalla domanda di investimenti in macchine e attrezzature, "attesa crescere ad un ritmo superiore a quello osservato nel secondo trimestre dell'anno".

Lo ha affermato il presidente dell'Istat, Giorgio Alleva, in audizione in Commissione Bilancio di Camera e Senato sulla Nota di aggiornamento al Def.

Nello scorso settembre, l'indice del clima di fiducia dei consumatori ha registrato un incremento significativo.