Pirelli, Tronchetti: titolo andrà visto tra qualche mese

04 Ottobre, 2017, 11:12 | Autore: Nazario Acquaviva
  • Pirelli: il titolo torna in Borsa e apre a 6,49 euro; Jerusalmi, a dicembre in Ftse Mib

(Teleborsa) - Tutto pronto per il ritorno di Pirelli in Borsa che tornerà a Piazza Affari, domani 4 ottobre.

L'azione Pirelli nei primissimi scambi è arrivata a cedere oltre il 3% salvo poi riguadagnare un po' di terreno a 6,38 euro, con una flessione dell'1,8%, in una giornata comunque negativa per gli indici milanesi (-0,6% il Ftse Mib). "I multipli li fa il mercato, noi facciamo i risultati". In molti hanno creduto al suo ritorno, come Palazzo Koch che pare abbia scommesso una quindicina di milioni. Il restante 40% sarà sottoscritto da investitori istituzionali e clientela retail ad un prezzo di 6,5 euro per azione. Una circostanza che faceva pensare a una partenza positiva per il titolo della Bicocca.

In più, sono state assegnate 35 milioni di azioni a 33.124 risparmiatori di cui 15.475.000 azioni sono andate a 30.465 richiedenti che hanno aderito al lotto minimo mentre 19.525.000 azioni sono andate a 2.659 richiedenti, sempre appartenenti al pubblico indistinto ma che hanno aderito al lotto minimo maggiorato. Nessun nuovo azionista, stando a quanto riportato da Il Sole 24 Ore, avrà quote rilevanti, pari o superiori al 3%, fatta eccezione per la holding Marco Polo destinata a scindersi da ChemChina, Camfin e i russi di Lti.

Tali Azioni sono rivenienti per n. 350.000.000 da quelle offerte in vendita da parte dell'Azionista Venditore, e per n. 50.000.000 dall'esercizio dell'Opzione di Sovrallocazione concessa dall'Azionista Venditore ai fini di over-allotment nell'ambito del Collocamento Istituzionale, così come descritta nella Nota Informativa, Paragrafo 5.2.5.

E' invece sfumato lo special award per l'Ad Marco Tronchetti Provera e il management, non essendo stato raggiunto "l'obiettivo di equity value a cui era subordinata la corresponsione del relativo incentivo". Il monte-bonus era di circa 70 milioni, divisi in rapporto alla retribuzione: all'ad Tronchetti, cui spettava il 25% del premio, sarebbe andato poco meno di 25 milioni.