Cinema francese in lutto, addio a Jean Rochefort

09 Ottobre, 2017, 16:23 | Autore: Cleonico Iarussi
  • Jean Rochefort

Nato a Parigi, a 19 anni entra al Centre d'Art Dramatique de la rue Blanche e in seguito a el Conservatoire national supérieur d'art dramatique. Protagonista di tantissimi film celebri e considerato l'ultimo grande interprete del cinema "classico" d'Oltralpe, Jean Rochefort era molto amato da Bertrand Tavernier, Claude Chabrol, Patrice Leconte tra gli altri, era nato a Parigi il 29 aprile 1930. Lavorò in teatro, al cinema e anche in tv.

Nel 1972 ottenne un ruolo di rilievo nel film La divorziata, una coproduzione franco-italiana in cui recitò a fianco di Annie Girardot. Nel corso della sua lunga carriera vinse due Premi César: nel 1976 come migliore attore non protagonista per Che la festa cominci... e nel 1978 come migliore attore per L'uomo del fiume. Nello stesso anno ottenne un grande successo nel film commedia Certi piccolissimi peccati, nel ruolo di un un marito infedele in crisi di mezza età. In Lost in La Mancha di Terry Gilliam veste i panni di Don Chisciotte. L'ultima fatica per il grande schermo, "Florida", nel quale interpreta un anziano sull'orlo della demenza senile, è stata presentata nel 2015 al Locarno Festival. Risale al 1960 il matrimonio con Alexandra Moscwa, dalla quale ha avuto due figli: Marie (1962) e Julien (1965), cui si aggiungeranno Pierre (avuto dall'attrice Nicole Garcia), Louise e Clémence (avute dalla seconda moglie Françoise Vidal). "Risparmierò il pubblico, non voglio fare film dell'orrore", disse intervistato da radio Europe 1, aggiungendo: "Se devo avere il ruolo di un vecchietto in un angolo che agita le mani vicino al caminetto, meglio fermarsi".